Stai leggendo Influenza, il vaccino è il metodo più efficace per prevenirla

Featured

Influenza, il vaccino è il metodo più efficace per prevenirla

25/11/2015

Il virus dell’influenza ha già colpito. Seppure a livelli base, i virus influenzali sono comunque attivi: sono circa 193mila i casi di influenza segnalati, come riporta l’Istituto superiore di Sanità. E con l’arrivo dell’influenza si sono predisposti anche i mezzi per contrastarla. Da metà ottobre, infatti, si è aperta la campagna di vaccinazione. Su tutto il territorio nazionale sarà possibile farsi inoculare il vaccino antinfluenzale fino a fine dicembre 2015.

(Per approfondire leggi qui: Influenza, il virus ha già colpito: primo caso a Bologna)

«Il vaccino antinfluenzale è l’arma di prevenzione sicuramente più efficace contro il virus dell’influenza», dice il dottor Andrea Labruto, specialista in igiene e medicina preventiva della Direzione Sanitaria dell’ospedale Humanitas.

Perché è importante vaccinarsi?

«Vaccinarsi è fondamentale perché il vaccino antinfluenzale salva vite umane, riduce i rischi di complicanze e contiene il numero di ricoveri in ospedale e accessi al Pronto Soccorso», risponde lo specialista.

Spesso ci si dimentica delle complicanze dell’influenza, troppo sbrigativamente catalogata fra i “mali di stagione”. L’influenza, invece, può comportare, ad esempio bronchiti, broncopolmoniti, polmoniti virali e batteriche e, soprattutto nei bambini, sinusiti e otiti.

Nella scorsa stagione l’influenza ha fatto registrare un’incidenza medio-alta, «pari a 108 casi per 1.000 assistiti», puntualizza il dottor Labruto e solo il 7,6% dei casi gravi segnalati era stato vaccinato. Come riporta il ministero della Salute, l’influenza colpisce ogni anno tra il 10 e il 20% della popolazione generale. Parte di queste persone è costretta ad assentarsi dalle scuole o dal posto di lavoro. I costi sociali dell’influenza sono dunque rilevanti e per questo motivo il ministero, in linea con quanto indicato dall’Organizzazione mondiale della Sanità, raccomanda la vaccinazione influenzale.

(Per approfondire leggi qui: Influenza, per la nuova stagione attesi 4-5 milioni di casi)

Dove e in che modo ci si può vaccinare?

«Sono i medici di base, delle Asl e degli ospedali a somministrare il vaccino antinfluenzale. Le modalità organizzative sono regolate dalle Asl che coordinano i medici di medicina generale, le strutture sanitarie e gli ambulatori vaccinali. Il vaccino viene inoculato in una singola dose con un’iniezione intramuscolo», conclude il dottor Labruto.

 

Dossier Influenza & vaccino

 

Nella precedente puntata:

Nella prossima puntata:

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita