Stai leggendo Qual è il momento migliore della giornata per fare sport?

Sport

Qual è il momento migliore della giornata per fare sport?

13/07/2018

C’è chi ama iniziare la propria giornata facendo jogging alle 6 del mattino e chi invece non si sognerebbe mai di indossare un paio di scarpe da corsa prima di mezzogiorno e ama fare sport dopo il lavoro, anche per sfogare tutte le tensioni accumulate durante il giorno. Ma qual è il momento migliore per esercitarsi? Ne parliamo con la professoressa Daniela Lucini, Responsabile di medicina dell’esercizio di Humanitas.

 

L’orario ideale non esiste

Nessuna evidenza scientifica suggerisce l’ora migliore per fare sport. Non ci sono infatti prove attendibili che suggeriscano che in determinate ore del giorno si bruciano più calorie, ma è vero che l’orario scelto può avere degli effetti sul nostro corpo. La cosa più importante, secondo gli esperti, è scegliere un momento della giornata e non cambiarlo, in modo che fare esercizio diventi un’abitudine costante. È bene seguire l’orologio corporeo che abbiamo sin dalla nascita e che non può essere modificato. Il nostro ritmo circadiano determina se siamo più nottambuli o più mattiniero e questo dato è da registrare per quello che è: c’è poco che possiamo fare per alterarlo. Il ritmo circadiano è influenzato dalla rotazione terrestre ed è in grado di influenzare le funzioni vitali come la pressione sanguigna, la temperatura corporea, i livelli ormonali e la frequenza cardiaca, che svolgono un ruolo molto importante nella preparazione del corpo per l’esercizio.
È importante dunque scegliere il momento in cui ci sentiamo meglio, anche se ci sono altri fattori che non possiamo evitare di considerare, come gli orari di lavoro e gli impegni famigliari.

“Se l’allenamento non è particolarmente intenso o di tipo agonistico, ma è qualcosa che facciamo con piacere e divertimento, qualsiasi orario va bene – ha aggiunto la professoressa Lucini -. L’importante è non farlo quando si è troppo stanchi”.

Articoli correlati

 

Allenarsi al mattino aiuta a restare costanti

Se si hanno problemi di costanza, scegliere la mattina come momento per allenarsi potrebbe essere l’ideale. Le ricerche suggeriscono infatti che le persone che si allenano al mattino tendono a rispettare l’impegno preso con il proprio corpo e a non saltare l’appuntamento con la palestra. Allenarsi la mattina significa infatti non lasciare che altre preoccupazioni, imprevisti o ritardi possano interferire con il momento che si è deciso di dedicare allo sport. Se ci si allena al mattino, quando la temperatura corporea è più bassa, è bene concedere più tempo alla fase del riscaldamento. Quando l’insonnia interferisce con l’intenzione di fare sport alla mattina l’unico modo per arrivare pieni di energia è quello di mettere in atto tutti gli accorgimenti utili a rilassarsi prima di andare a dormire. Fra cui evitare di fare sport a tarda sera o mangiare troppo tardi, entrambe attività che aumentano la frequenza cardiaca e la temperatura corporea.

“La mattina resta il momento ideale – ha confermato Lucini – ma non tutti hanno la fortuna di poter conciliare attività fisica ed esigenze lavorative. Un altro ottimo momento è quello della pausa pranzo. Aiuta infatti a rilassarsi e a svuotare la mente. Se non troviamo tempo in questi due momenti della giornata, tenersi attivi dopo il lavoro o nelle ore serali è comunque meglio che non fare nulla”.

 

Fare sport dopo il lavoro è più facile

Alzarsi presto e fare esercizi fisici resta molto spesso solo una buona intenzione. Ecco perché è più facile che si decida di allenarsi dopo il lavoro. Per alcune persone l’ora di pranzo è il momento migliore per esercitarsi, specialmente se i colleghi ci tengono compagnia. Basta pranzare dopo l’allenamento. Dopo un pasto il sangue che avrebbe bisogno di fluire nei muscoli sotto sforzo, si dirige tutto verso l’apparato digerente: dopo un pasto abbondante è necessario aspettare fino a 90 minuti prima di allenarsi.

 

Come rimanere costanti?

L’ideale è provare vari momenti della giornata, tenendo in considerazione tutti i fattori e decidendo qual è davvero il momento migliore nella nostra giornata. Il fine deve essere quello di trovare un momento da dedicare costantemente all’esercizio fisico, che deve diventare parte integrante della nostra routine quotidiana. Stabilita un’abitudine, modificare orari, luoghi e attività potrà aiutare a non mollare, continuando ad allenarsi con costanza. Quando si è ancora nella fase in cui l’esercizio deve essere inserito nella nostra routine però è meglio non modificare i nostri programmi.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita