Stai leggendo Denti sensibili al freddo: i rimedi  

Salute della bocca

Denti sensibili al freddo: i rimedi  

14/06/2022

Con l’avvicinarsi del caldo estivo, è normale che la voglia di bevande e cibi freddi che possano refrigerare le giornate più afose aumenti. Perciò, in questi casi, può capitare di avvertire una sensibilità o fastidio ai denti, specie a causa degli alimenti freddi. Di cosa si tratta?


Ne parliamo con gli specialisti del Dental Center di Humanitas Rozzano.

 

Sensibilità dentale: cos’è

La sensibilità dentale è una condizione abbastanza comune, ma molte persone ne ignorano le reali cause che, quindi, non vengono adeguatamente curate. 

 

I denti sensibili al freddo sono causati da un danneggiamento o un indebolimento dello smalto dei denti. Lo smalto dentale, più superficiale, si assottiglia fino a esporre la dentina, ovvero lo strato sottostante, che normalmente non entra in contatto con agenti esterni, causando fastidio e in certi casi, dolore. 

 

Sensibilità dentale: le cause

I denti sensibili al freddo possono avere cause differenti, alcune riconducibili alle abitudini quotidiane della singola persona. Lo smalto dei denti può infatti essere danneggiato o eroso da:

  • l’uso di troppa forza quando ci si lava i denti;
  • eccessivo consumo di bevande e alimenti zuccherati o acidi;
  • reflusso gastroesofageo;
  • digrignamento dei denti notturno o diurno

 

Quando si sente fastidio ai denti, per evitare il dolore  si finisce per spazzolarli in modo scorretto, aumentando la possibilità di contrarre malattie orali come carie o gengiviti che possono compromettere la salute generale delle bocca. Questo è il motivo per cui è importante curare i denti sensibili con i consigli e l’aiuto del dentista.

 

Sensibilità dentale: i rimedi

Durante la visita di controllo il dentista potrà valutare lo stato dello smalto dei denti e il grado di danneggiamento o erosione. Inoltre, si impegnerà per  individuare le cause scatenanti che spesso sono riconducibili a cattive abitudini o una scorretta igiene orale.

 

In questi casi, il dentista può consigliare una terapia domiciliare che prevede l’utilizzo di:

  • una tecnica di spazzolamento corretta, con uno spazzolino dalle setole morbide;
  • un dentifricio specifico per riabilitare lo smalto del dente;
  • prodotti per l’igiene orale contenenti fluoro.

Nei casi in cui le cause scatenanti della sensibilità dentinale siano riconducibili a malattie orali o condizioni come il bruxismo, il dentista dovrà intervenire con terapie adatte alle singole situazioni.

 

 

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita