Stai leggendo Herpes labiale, colpite al mondo 3,7 miliardi di persone

Featured

Herpes labiale, colpite al mondo 3,7 miliardi di persone

02/11/2015

L’herpes labiale è un problema che riguarda 3,7 miliardi di persone al mondo sotto i 50 anni. Di questi almeno 140 milioni hanno contratto l’infezione anche a livello genitale. Le stime sono state fornite dall’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) in collaborazione con l’Università di Bristol (Regno Unito). Si tratta della prima stima della diffusione del virus Hsv-1, Herpes Simplex Virus, che provoca in particolare ulcere labiali ma anche infezioni a livello genitale. I dati si riferiscono al 2012.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Plos One mentre all’inizio dell’anno l’Oms aveva diffuso i dati relativi al virus Hsv-2, l’altro tipo di Herpes Simplex Virus che causa più frequentemente infezioni a livello genitale. In tutto il mondo ne sono colpiti 417 milioni tra i 15 e i 49 anni. Pertanto, cumulando i dati, oltre mezzo miliardo di persone è colpito da un’infezione a livello genitale a causa di uno dei due tipi di virus.

(Per approfondire leggi qui: Afte, no ai rimedi fai da te)

A livello mondiale il virus di tipo 1 è presente soprattutto in Africa, Sud Est asiatico e nelle regioni del Pacifico Occidentale. Come sottolinea la principale autrice dello studio, è molto probabile che nelle regioni ad alto reddito meno persone vengano colpite dal virus di tipo 1 da bambini; allo stesso tempo in molti più individui il virus viene trasmesso per via sessuale.

E’ cambiato il modo di contagio del virus dell’herpes

«È vero che è cambiato il modo in cui ci si contagia con il virus, sono meno i casi di contagio nei primi anni di vita quando il virus viene trasmesso con i baci fra i bambini e le mamme o i parenti in generale», conferma il professor Marcello Monti, responsabile di Dermatologia dell’ospedale Humanitas.

Cosa succede nei bambini quando vengono contagiati dal virus dell’herpes?

«Oltre alle ulcere sulle labbra, la cosiddetta “febbre delle labbra”, i bambini possono manifestare anche febbre e stomatite che durano pochi giorni. Pertanto chi è colpito da herpes labiale è bene che non entri in contatto con loro».

«In una persona con un sistema immunitario efficiente la febbre delle labbra guarisce in 7-10 giorni. Negli immuno-compromessi, invece, il virus è molto più aggressivo e può scatenare anche encefaliti e meningiti, ma si tratta di casi eccezionali».

Che caratteristiche ha l’Herpes Simplex Virus?

«Una sua caratteristica è la latenza. Riesce a rifugiarsi nelle vie nervose dell’individuo e sfuggire al controllo del sistema immunitario. Pertanto può accadere che il virus ritorni e scateni le tipiche eruzioni sulle labbra o sui genitali. Le cause delle recidive possono essere lo stress, un periodo di affaticamento, il rientro da un viaggio, ma anche un’indigestione e l’esposizione prolungata al sole».

(Per approfondire leggi qui: Tecnostress: attenzione a pc, smartphone e social network)

«Quando si manifesta la febbre delle labbra, il virus è contagioso solo nei primi 2-3 giorni proprio perché il virus poi torna latente. Applicare per più giorni delle creme per trattare la febbre è dunque poco utile perché queste interferiscono con il processo di riparazione delle lesioni del labbro».

(Per approfondire leggi qui: “Rimedi da web” per la pelle: miti da sfatare)

Allo studio dei vaccini per l’Herpes

L’Oms sta valutando dei vaccini preventivi contro l’Herpes Simplex Virus, «tuttavia il vaccino potrebbe non essere efficace proprio per la caratteristica latenza del virus, che colpisce e poi sfugge al controllo del sistema immunitario», avverte il professore.

È importante limitare la diffusione del virus anche perché «chi è colpito è più esposto all’attacco di altri tipi di microrganismi patogeni. La pelle perde le sue difese naturali e diventa più vulnerabile. Se l’infezione colpisce i genitali aumenta ad esempio il rischio di contrarre il virus dell’Hiv o altre malattie sessualmente trasmissibili», conclude il professor Monti.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita