Stai leggendo Vaccino antinfluenzale, cosa devono fare le donne in gravidanza?

Featured

Vaccino antinfluenzale, cosa devono fare le donne in gravidanza?

07/12/2015

Vaccino antinfluenzale e gravidanza: quale relazione? Tra le categorie di persone per le quali è raccomandata la vaccinazione contro l’influenza ci sono anche le donne incinte? Ecco le cose da sapere:

  • Primo trimestre di gravidanza. Per quanto riguarda i primi tre mesi dal concepimento – spiega il ministero della Salute – prima di indicare la vaccinazione antinfluenzale, il medico curante dovrà valutare attentamente il rapporto tra rischi e benefici: la letteratura scientifica sugli effetti della vaccinazione nel primo trimestre di gravidanza è scarsa e non esaustiva.
  • Secondo e terzo trimestre di gravidanza. Le donne che, all’inizio della stagione epidemica, si trovano nel secondo e nel terzo trimestre di gravidanza sono fra le categorie per cui la vaccinazione contro l’influenza è raccomandata. «Le donne incinte rispetto alla vaccinazione non corrono alcun pericolo aggiunto rispetto la popolazione generale», rassicura il dottor Andrea Labruto, specialista in igiene e medicina preventiva della Direzione Sanitaria dell’ospedale Humanitas.

(Per approfondire leggi qui: Vaccino antinfluenzale? Sì, soprattutto se il tuo cuore è malato)

Perché per loro è raccomandato il vaccino influenzale?

«Così come le altre categorie individuate dalle autorità sanitarie, anche per queste donne è indicata la vaccinazione per evitare le gravi complicanze che l’influenza può comportare, compresi parto prematuro e aborto».

  •  Puerperio. Ancora il ministero della Salute spiega che diversi studi hanno dimostrato un maggior rischio di complicanze dell’influenza nelle donne al terzo trimestre di gravidanza o che hanno appena partorito.
  • Neonati. «Il vaccino antinfluenzale, che contiene unità di virus inattivati, fornisce le risorse immunitarie per il nascituro che sarà protetto fino ai 6 mesi», precisa lo specialista. I neonati sotto i 6 mesi sono esclusi dalla vaccinazione per mancanza di studi clinici controllati che dimostrino l’innocuità del vaccino in tali fasce d’età, specifica il ministero della Salute: “La vaccinazione della mamma e degli altri familiari è una possibile alternativa per proteggerli in maniera indiretta”.
  • Allattamento. La vaccinazione antinfluenzale non è controindicata nelle donne che allattano. 

 

Dossier Influenza & Vaccino

 

Nella puntata precedente:

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita