Stai leggendo Vaccino antinfluenzale: perché ogni anno un nuovo vaccino?

Featured

Vaccino antinfluenzale: perché ogni anno un nuovo vaccino?

27/11/2015

Il vaccino influenzale cambia di anno in anno, ma perché? A spiegarlo è il dottor Andrea Labruto, specialista in igiene e medicina preventiva della Direzione Sanitaria dell’ospedale Humanitas.

«Per prima cosa la composizione. In generale il vaccino antinfluenzale contiene parti di virus inattivati e non particelle virali intere e attive», spiega. Ma quali sono i virus che “rientrano” nel vaccino? «La sua composizione è definita dall’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) e si basa su una previsione di quali virus potrebbero colpire nella stagione influenzale. I virus dell’influenza sono soggetti a diverse mutazioni sia di grande che di piccola entità: quelle rilevanti per la definizione del vaccino sono proprio queste ultime. Proprio perché i virus mutano, il vaccino cambia ogni anno».

(Per approfondire leggi qui: Influenza, per la nuova stagione attesi 4-5 milioni di casi)

«L’Organizzazione mondiale della Sanità coordina più di 140 laboratori in tutto il mondo che monitorano i ceppi di virus circolanti, raccolgono i dati e fanno una previsione su quali potrebbero essere i virus responsabili dell’influenza nei due emisferi, Nord e Sud. Ma trattandosi comunque di una previsione di match, seppur estremamente attendibile, c’è sempre il rischio che il vaccino per la stagione influenzale in corso non protegga da altri virus dell’influenza».

Per quest’anno il vaccino antinfluenzale è trivalente

«L’Oms ha indicato che il vaccino contenga gli antigeni analoghi a due virus di tipo A (A/H1N1 California e A/H3N2 Switzerland) e uno di tipo B (virus B/Phuket)», conclude lo specialista.

Come ogni anno i virus responsabili dell’influenza non sono gli unici circolanti: ne viaggiano di diverse specie e sono responsabili di altre malattie, dal raffreddore alle “sindromi parainfluenzali”, mal di gola, bronchiti, riniti, polmoniti.

 

Dossier Influenza & Vaccino

 

Nella puntata precedente:

Nella puntata successiva:

 

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita