Stai leggendo Occhiali da sole: come sceglierli?

Occhi

Occhiali da sole: come sceglierli?

14/07/2021

Con l’arrivo della bella stagione i raggi solari ci colpiscono con particolare intensità, occhi compresi, in particolare sulle rive di specchi d’acqua che riflettono la luce, come i laghi o il mare, o in alta montagna.

Per questo, quando passiamo diverso tempo al sole, è bene ricordarsi di prendere le giuste precauzioni per proteggere gli occhi e la pelle che li circonda. 

I raggi ultravioletti (UV), infatti, possono danneggiare la  vista e avere un ruolo nello sviluppo di tumore cutaneo nella zona circostante l’occhio.

Ne parliamo con il professor Paolo Vinciguerra, Direttore del Centro Oculistico di Humanitas e professore ordinario di Humanitas University.

Raggi UV: un pericolo per gli occhi

L’esposizione continua ai raggi ultravioletti può comportare nel corso degli anni l’insorgenza di diverse problematiche.

Dal melanoma cutaneo, che può insorgere su una pelle non adeguatamente protetta, a danni ai tessuti oculari e alla vista, anche piuttosto severi. Stiamo infatti parlando di malattie come la cataratta e la degenerazione maculare, il cui sviluppo può essere accelerato proprio dai raggi UV, o di ustioni della cornea e della congiuntiva, che in genere si presentano con sintomi quali – per esempio – arrossamento, eccessiva lacrimazione, sensazione di prurito e fastidio che viene spesso evocativamente definita “sabbia negli occhi”. 

Se le ustioni di cornea e congiuntiva possono risolversi rapidamente con la somministrazione di una pomata oftalmica a effetto cicatrizzante, in caso di patologie importanti come la cataratta e la degenerazione maculare il percorso è più complicato e può diventare necessario l’intervento chirurgico.

Difendersi dai raggi UV con occhiali da sole di qualità

Per difendersi dai raggi UV occorre indossare sempre gli occhiali da sole, in particolare nelle ore centrali della giornata, quando la luce solare è più intensa. 

Spesso, però, si fa l’errore di acquistare occhiali da sole con lenti non certificate e di scarsa qualità che, oltre a essere inutili, possono rivelarsi addirittura nocive.

Per proteggere gli occhi è necessario che le lenti siano in grado di bloccare il 100% dei raggi ultravioletti: schermare le radiazioni nocive alla vista, dunque, e filtrare quelle che consentono di vedere bene. 

Lenti di scarsa qualità (non solo dei prodotti low-cost, attenzione anche a prodotti costosi: la qualità delle lenti va sempre controllata) non solo non riescono a bloccare la totalità dei raggi UV diretti verso i nostri occhi, ma possono ridurre la capacità visiva schermando invece radiazioni utili alla vista, oppure indurre una visione daltonica modificando i colori di ciò che si sta guardando.

I negozi di ottica sono il luogo ideale dove effettuare i propri acquisti, poiché vendono solamente occhiali da sole con lenti di qualità, certificate dalle Comunità Europea (CE).

È importante anche controllare che le lenti abbiano il filtro anti luce blu, che aiuta a proteggere gli occhi sia dalla luce solare sia dalla luce blu emessa sia dagli schermi di smartphone, computer e tablet.

Per quanto riguarda i materiali con cui sono fatte le lenti, tra i più validi figura l’NXT poliuretano, che garantisce la flessibilità e la resistenza della lente, oltre a una visione particolarmente nitida. In alternativa si possono scegliere lenti in vetro, sicuramente più pesanti, o in policarbonato, meno resistenti ma più economiche rispetto a quelle in NXT poliuretano che hanno un costo maggiore.

Il colore delle lenti

Per proteggere adeguatamente l’occhio non servono necessariamente lenti scure: vi sono colori che sono più idonei per determinate attività o problematiche visive rispetto ad altri.

Le lenti marroni, per esempio, sono le più adatte per chi soffre di miopia, mentre quelle verdi sono indicate per chi è interessato da ipermetropia.

Le lenti verdi, inoltre, con quelle grigie o color ambra, tendono ad aumentare il contrasto e si rivelano quindi molto utili per chi pratica attività come il golf.

Le lenti con filtri polarizzanti, invece, aiutano a diminuire il riflesso delle superfici lisce e riflettenti, come i pavimenti o l’acqua. Sono quindi le più indicate da usare sia in piscina e al mare, sia quando si è alla guida di un veicolo.

Le lenti a specchio sono consigliate per gli sport invernali, per esempio sulla neve, o in generale in luoghi dove la luminosità è particolarmente intensa, come l’alta montagna. In queste situazioni sono invece sconsigliate le lenti rosa e azzurre, poiché alterano eccessivamente i colori, e quelle gialle che, pur schermando i raggi UV, non proteggono l’occhio dall’intensità luminosa.

La grandezza della montatura

Gli oculisti consigliano in genere di utilizzare occhiali da sole dalla montatura larga e avvolgente, per fare in modo che la luce sia schermata anche lateralmente. In questo modo i raggi UV hanno meno spazi vuoti per poter raggiungere gli occhi. In caso di vento, occhiali con una montatura larga aiutano anche a proteggersi dai granelli di sabbia e dalla polvere che potrebbero facilmente raggiungere gli occhi.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita