Stai leggendo Lo sai che leggere migliora se stessi e l’empatia?

Lo sai che...

Lo sai che leggere migliora se stessi e l’empatia?

30/09/2016

Secondo un recente studio pubblicato su un’autorevole rivista scientifica, leggere romanzi, favole e racconti, ma anche guardare cartoni animati e fiction, aiuterebbe a migliorare se stessi e l’empatia, ovvero la comprensione degli altri e delle loro emozioni. Secondo lo studio, leggere significa anche mutare il proprio cervello e la percezione che esso ha della società, oltre ad aumentare la capacità di interagire con gli altri grazie all’azione svolta dal racconto su alcune aree del cervello – spiega il dottor Paolo Amami, neuropsicologo e psicoterapeuta dell’Ospedale Humanitas. – Per migliorare se stessi, è importante però leggere storie e non saggi, leggere racconti e romanzi, oppure guardare le fiction alla tv. Per i bambini invece, oltre a leggere favole e storie, anche guardare i cartoni animati ma non i programmi per bambini ha dimostrato di avere questo effetto sul cervello. Infatti, romanzi, racconti e fiction, cioè tutto ciò che ha una storia con un inizio, una parte centrale e una fine, lasciando spazio all’immaginazione del lettore ha dimostrato di aiutare sia gli adulti sia i bambini a rappresentare il mondo sociale aiutandone la comprensione non solo della vasta gamma di emozioni espresse dagli essere umani in ogni circostanza, ma anche di migliorare la comprensione di fatti ed eventi. Per esempio, a un gruppo di volontari nello studio era stato chiesto di leggere “Saffron Dreams”, la storia di una donna mussulmana a New York; sottoposti a test psicologici, i volontari dimostravano di avere meno pregiudizi legati ai volti delle persone di altre etnie.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita