Stai leggendo Lo sai che le lampade non aiutano l’abbronzatura?

Lo sai che...

Lo sai che le lampade non aiutano l’abbronzatura?

01/04/2016

L’abbronzatura si prepara già a primavera ma di certo non a colpi di lampade. Infatti, demonizzate dalla comunità internazionale dei dermatologi, ogni anno le lampade tornano alla ribalta soprattutto tra gli appassionati dell’abbronzatura che già a primavera ricorrono a lettini e docce purché si tratti di lampade solari. Come già dimostrato da studi clinici, le lampade UVA, di qualunque tipo, fanno sempre male alla pelle e ne accelerano l’invecchiamento. Le lampade, quindi, lungi dal simulare i raggi del sole, sono invece un concentrato di raggi “tossici” che si accumulano ai raggi solari a cui la pelle è esposta naturalmente per almeno sei mesi all’anno alle nostre latitudini – spiega il professor Marcello Monti, responsabile di Dermatologia dell’ospedale Humanitas. – Seppur la pelle sia dotata di un sistema di difesa chiamato melanina, quella sostanza che viene prodotta dalla pelle quando è esposta al sole e le permette di acquistare quel colore bruno comunemente noto come abbronzatura, sottoporre la pelle a una eccessiva quantità di raggi non fa bene. Per prepararsi all’abbronzatura meglio cogliere l’occasione delle belle giornate di primavera, in cui l’intensità dei raggi ultravioletti è più bassa, per fare lunghe passeggiate al sole esponendo la pelle di braccia e gambe, anche senza usare la protezione solare che poi diventa invece indispensabile con l’arrivo dell’estate quando i raggi ultravioletti sono alla loro massima intensità. 

Un servizio per te

Vuoi approfondire e prenotare una visita con un dermatologo di Humanitas?Clicca qui

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita