Stai leggendo Tatuaggi con le scottature solari: è la “sunburn art”

Benessere

Tatuaggi con le scottature solari: è la “sunburn art”

06/07/2015

Tatuaggi con i raggi del sole, disegni che risaltano perché intorno la pelle è abbronzata. È la sunburn art (“arte delle scottature solari”), l’ultima tendenza in tema tintarella che arriva dagli Usa. I social network come Instagram sono pieni di foto di “tan tattoo“, tatuaggi da abbronzatura, e in rete circolano tutorial con precise istruzioni su come decorare la pelle senza iniettare inchiostro.

Ma come si fa un tatuaggio da abbronzatura? Si possono usare creme solari con un fattore di protezione altissimo in punti precisi della pelle creando disegni o scritte. Dopo una giornata al sole, una volta tolta la crema, ecco che il disegno vien fuori grazie al contrasto con la pelle bruciata.

Quali rischi corre chi si fa questo tipo di tatuaggi?

«Si tratta di una moda che non riflette sui danni che può provocare. Ci si espone volontariamente e in modo prolungato all’azione dei raggi solari che sono notoriamente induttori di tumori. Al momento può sembrare poco più che un gioco estivo ma con il tempo si possono avere conseguenze spiacevoli. Occorre infatti considerare che ogni sovraesposizione al sole con scottatura induce un danno permanente alle cellule della pelle. Con gli anni si evidenzierà certamente l’invecchiamento precoce e purtroppo, forse, anche la comparsa di tumori cutanei», dice il professor Marcello Monti, responsabile di Dermatologia dell’ospedale Humanitas.

«La sunburn art mette ancora una volta in luce la scarsa consapevolezza dei potenziali danni solari. Del resto, a dispetto dell’informazione, c’è ancora chi si espone alle lampade Uv. Inoltre la sunburn art è considerata il metodo migliore per sensibilizzarsi ai componenti delle creme solari: si mette molta crema, con fattore alto, per tempi lunghi».

In alcuni casi per creare questi tatuaggi al posto della crema solare si usano gli smalti delle unghie, da graffiar via una volta che il resto della pelle si è arrossato o abbronzato. Che rischi ci sono? «Anche qui è intuitivo che gli smalti per le unghie non sono fatti per essere applicati sulla pelle. Questo è il modo migliore per sensibilizzarsi alle resine degli smalti oltre che intossicare le cellule della pelle. I dermatologi devono mettere in guardia sui pericoli della sunburn art e consigliare modi di esprimersi più salutari», conclude il professore.

 

Salute della pelle e sole, articoli correlati:

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita