Stai leggendo Abbronzatura: l’alimentazione può favorirla?

Alimentazione

Abbronzatura: l’alimentazione può favorirla?

21/07/2022

D’estate, specie quando fa particolarmente caldo, è importante prestare attenzione a ciò che si mangia. Privilegiare alimenti ricchi di vitamine, a partire da frutta e verdura, permette di sentirci freschi e sazi.

 

Non solo: è comune pensare che alcuni alimenti possano contribuire all’abbronzatura: sarà vero?

 

Ne parliamo con la dottoressa Elisabetta Macorsini, nutrizionista in Humanitas Mater Domini e in Humanitas Medical Care Arese.

 

Quando parliamo di abbronzatura, la prima cosa da ricordare è la necessità di utilizzare una crema solare protettiva, qualsiasi sia il tipo di pelle, anche se già abbronzata, in modo da proteggerci dai danni causati dal sole. Oltre all’invecchiamento, abbronzarsi senza protezione rischia di causare spiacevoli scottature, ma anche danni molto più seri, come i tumori della pelle.

 

La pelle si abbronza anche con la protezione solare e alcuni prodotti permettono di mantenere la pelle abbronzata più a lungo. Vi sono però anche alcuni alimenti freschi ricchi di vitamine e carotenoidi, che hanno un effetto positivo sull’abbronzatura. L’alimentazione, infatti, unita a prodotti specifici, contribuisce a proteggere la pelle e a mantenerla nutrita e idratata. 

 

I benefici dei carotenoidi e del betacarotene

I carotenoidi sono pigmenti vegetali dal colorito vivo – rosso, arancione e giallo, e che hanno la funzione di agenti fotoprotettivi, proteggendo l’organismo dalla luce in eccesso.

In natura ne esistono oltre 600 tipi, molti dei quali possono essere assunti con l’alimentazione. Tra i più importanti c’è il betacarotene.

I carotenoidi hanno grande capacità di essere precursori della vitamina A (retinolo), che fornisce al nostro organismo capacità antiossidanti, hanno la capacità di neutralizzare i radicali liberi ed evitano il danneggiamento cellulare.

Il betacarotene, poi, favorisce la formazione della melanina (il pigmento che conferisce il colore scuro alla pelle). 

 

Pelle: gli alimenti consigliati

Sebbene non esistano alimenti che, di per sé, aumentino l’abbronzatura, assumere alimenti contenenti carotenoidi può avere un ruolo importante nel miglioramento della salute della pelle e nel mantenimento del colorito assunto con l’abbronzatura.


Sono alimenti ricchi di carotenoidi:

  • carote;
  • pomodori;
  • rucola;
  • basilico;
  • peperoni;
  • anguria;
  • melone;
  • albicocche;
  • pesche;
  • papaya;
  • mirtilli.

Questi alimenti, essendo altamente vitaminici, sono ideali per contrastare l’invecchiamento cellulare e favorire la produzione di melanina. In particolare, la vitamina A ha un effetto protettivo sulla pelle, e la vitamina C ripristina il collagene, in un’azione antiossidante completata dalla Vitamina E.

 

Abbronzatura: gli integratori servono?

L’assunzione di integratori a base di betacaroteni e licopeni non è nociva purché prescritta dallo specialista, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio. Un eccesso di queste sostanze, infatti, potrebbe affaticare il fegato.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita