Stai leggendo Lo sai che l’infarto ha diversi sintomi ma un’unica prevenzione?

Lo sai che...

Lo sai che l’infarto ha diversi sintomi ma un’unica prevenzione?

07/04/2016

In qualunque modo si manifesti, ormai è noto, l’infarto si può prevenire grazie a sani stili di vita. Se questo vale genericamente per tutti, si può dire che seguire sani stili di vita vale ancor di più per chi ha un rischio maggiore di infarto, per familiarità delle malattie cardiovascolari o diabete, per esempio – spiega la dottoressa Maddalena Lettino, responsabile dell’Unità operativa di Cardiologia dello Scompenso di Humanitas. – La prevenzione segue regole precise di stili di vita che, nei soggetti a rischio di infarto, dovrebbero essere adottate precocemente: smettere di fumare, poiché il fumo, dopo l’età, è il fattore più importante nell’aumento del rischio cardiovascolare, e in tal senso anche il fumo passivo è dannoso; seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, povera di sodio, riducendo il consumo di grassi animali e privilegiando vegetali, frutta e tutti gli alimenti ricchi di fibre, ma anche carni bianche e pesce; svolgere attività fisica regolare, almeno 3 volte a settimana; tenere sotto controllo pressione, colesterolo e glicemia per valutare eventuali anomalie. Inoltre, sapere che l’infarto, quando compare, può presentarsi con sintomi diversi da quelli classici, può aiutare a intervenire precocemente. Infatti, l’infarto acuto con il classico dolore al petto e al braccio sinistro, può manifestarsi anche come bruciore dietro lo sterno, sensazione di morsa con soffocamento, peso intenso su torace e arti superiori, oppure apparente mal di denti, che si rivela poi un sintomo di ischemia al cuore, ma anche dolore tra le due scapole, o nella parte alta dell’addome in corrispondenza dello stomaco. Nel diabete, invece, a causa della mancanza di una buona sensibilità delle terminazioni nervose, i malati potrebbero non sentire dolore, e l’infarto potrebbe manifestarsi come un generico malessere protratto, una sensazione di svenimento associata a sudorazione fredda, o ancora un’insolita mancanza di respiro insorta spontaneamente, senza essere stata scatenata da uno sforzo fisico.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita