Stai leggendo Lo sai che il dito a scatto è più frequente dopo la menopausa?

Lo sai che...

Lo sai che il dito a scatto è più frequente dopo la menopausa?

22/02/2016

Che la menopausa fosse un momento turbolento nella vita di una donna non c’erano dubbi; forse però ancora non si sapeva che la menopausa è uno dei fattori di rischio che possono portare alla condizione dolorosa del dito a scatto. Succede che, senza alcun apparente motivo scatenante, il dito rimanga bloccato in posizione flessa; per estenderlo è necessario uno sforzo che provoca un brutto scatto accompagnato da dolore intenso. Il dolore in genere è più intenso al risveglio al mattino e tende a diminuire durante il giorno con l’uso della mano. Questo accade perché, alla base del dito a scatto c’è l’infiammazione dei tendini del dito interessato, una condizione che provoca dolore e che si manifesta non solo allo scatto del dito ma anche alla pressione sul palmo della mano alla base del dito stesso – spiega il dottor Alberto Lazzerini, responsabile della  Unità operativa di Chirurgia della mano di Humanitas. Nella donna, l’infiammazione dei tendini che porta alla comparsa del dito a scatto è causata dal ristagno di liquidi nell’organismo dovuti all’effetto che la menopausa ha sull’assetto ormonale.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita