Stai leggendo Lo sai che l’uso della sciarpa può favorire l’acne?

Lo sai che...

Lo sai che l’uso della sciarpa può favorire l’acne?

02/03/2016

Di lana o di cotone, solo d’inverno o anche in primavera, la sciarpa non manca mai nei nostri armadi. Non solo un vezzo fashion, la sciarpa può favorire anche l’insorgenza di acne soprattutto nei giovani. Ne parliamo con il professor Marcello Monti, responsabile di Dermatologia dell’ospedale Humanitas.

L’acne da sciarpa è facilmente riconoscibile perché si manifesta solo sul collo o sotto il mento con arrossamento cutaneo e insorgenza di foruncoli. I suoi sintomi sono simili a quelli di una comune acne, ovvero l’infiammazione dei follicoli piliferi, i pori della pelle, una condizione che può colpire in particolare gli adolescenti già portati a sviluppare acne giovanile. L’infiammazione è dovuta allo stretto contatto della pelle del collo o del mento con la sciarpa o con indumenti di tessuti come lana e cachemire. Queste fibre formate da più filamenti sfregano la pelle che nel collo è particolarmente sottile e si introducono nei follicoli. La conseguenza è che si formano dei brufoli da sfregamento. Allo stesso modo anche il cinturino del casco da motociclisti può irritare la pelle del collo e causare brufoli. Chi manifesta questa condizione può indossare una sciarpa di seta a contatto con la pelle del collo e poi metterne un’altra più pesante. La seta non irrita la pelle.  È indicato anche non indossare maglie a collo alto o colletti rigidi. E’ bene scegliere di fibre che non irritano la pelle: paradossalmente il Pile è molto meno irritante della lana

 

Un servizio per te

Vuoi approfondire e prenotare una visita con un dermatologo di Humanitas?Clicca qui

 

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita