Stai leggendo Sci e snowboard? Mai senza preparazione

Sport

Sci e snowboard? Mai senza preparazione

14/01/2015

Freddo e neve si sono fatti attendere, ma le previsioni parlano di un veloce recupero. L’attesa per gli appassionati di sci e snowboard potrebbe essere colmata da un allenamento pre-sciistico più completo. Lo ricorda anche la specialista.

«La tentazione è quella di affrontare gli sport invernali con leggerezza – dice la professoressa Daniela Lucini, responsabile della Sezione di Medicina dell’Esercizio e Patologie funzionali di Humanitas – e invece bisognerebbe fare attenzione alla propria condizione fisica di partenza per evitare spiacevoli conseguenze. L’attività fisica è come un farmaco, mi aiuta se lo uso nel modo giusto».

 

Evitare le maratone sulla neve

Lo sci è uno sport molto impegnativo dal punto di vista cardiovascolare e osteo-articolare. «Non osiamo più di quanto la nostra preparazione ci consente – dice la professoressa Lucini –. Nessuna maratona sulle piste, evitiamo di strafare. Chi vuole fare sport in sicurezza deve arrivare a quel momento con alle spalle una preparazione adeguata, che comprenda sia esercizi aerobici sia di forza, destinati a migliorare l’attività cardio-respiratoria e l’allenamento muscolare».

Un’altra mossa di buon senso è non gareggiare contro sé stessi. «Le attività sulle nevi sono quelle in cui sono più frequenti i traumi – sottolinea la specialista –. Quindi cerchiamo di scegliere l’attività da fare, con sci o con snowboard, secondo le nostre possibilità: scegliamo le piste che sono adatte al nostro stato di allenamento. Se quindi sono giovane e allenato posso anche permettermi discese più impegnative, ma se riconosco i miei limiti, sono un po’ più in avanti con gli anni o sono fuori forma, allora, farò cose più leggere».

 

Tre step per sciate sicure

Un programma pre-sciistico completo deve, quindi, rinforzare i muscoli, rendere flessibili le articolazioni, ma anche “fare fiato”. Per questo si comincia in palestra. «Sollevamento pesi, il lavoro alle macchine, flessioni, addominali – dice la specialista –. Quindi il cosiddetto lavoro di forza aiuta a potenziare la massa muscolare».

L’altro lato di questo programma è la durata: «Corsa, cyclette, tapis roulant permettono di darmi la resistenza che serve per affrontare gli sport invernali, che sono molto impegnativi». A fare da unione tra i due programmi, c’è lo stretching. «L’allungamento – conclude l’esperta – è fondamentale negli sport invernali, perché si tratta di discipline che sollecitano ampiamente muscolatura e articolazioni e quindi è importante che tutto il corpo abbia il giusto livello di allenamento».

 

Sport sulla neve in sicurezza, articoli correlati

 

 

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita