Stai leggendo Tumore al testicolo, cinque segnali da non sottovalutare

Reni e urologia

Tumore al testicolo, cinque segnali da non sottovalutare

20/04/2018

Quando si parla di neoplasie la prevenzione la diagnosi precoce sono di fondamentale importanza per alzare l’aspettativa di vita e massimizzare le possibilità di guarigione. Il segno più comune di tumore del testicolo è la percezione di un nodulo indolente all’autopalpazione che però non è l’unico segnale di questa malattia. Gli uomini affetti da questa neoplasia possono sperimentare infatti diversi tipi di sintomi. Vediamo quali insieme al dottor Giovanni Lughezzani, urologo di Humanitas.

 

Incidenza

Il tumore del testicolo colpisce più frequentemente gli uomini di età inferiore ai 44 anni ed è la neoplasia più comunemente diagnosticata per gli uomini di età compresa tra i 15 e i 34 anni. È quasi sempre curabile quindi è importante conoscerne i segni e sintomi. Eccone cinque meno noti che è importante non ignorare:

Una sensazione di pesantezza o pressione nello scroto.

Variazione delle dimensioni del testicolo o la sua densità. Alcuni tipi di tumori testicolari possono ridurre il testosterone o aumentare i livelli di estrogeni nel corpo, il che può comportare un cambiamento nelle dimensioni del testicolo o nella loro consistenza.
Gambe gonfie.
Quando un tumore si diffonde ai linfonodi retroperitoneali, può ridurre il flusso sanguigno venoso e provocare la formazione di coaguli al loro interno, risultando in una trombosi venosa. I siti più’ comuni di formazione di questi coaguli sono i vasi degli arti inferiori e tale eventualità’ può risultare in un rigonfiamento delle gambe stesse, che le fa gonfiare. Talvolta, la migrazione di questi coaguli a livello polmonare può tradursi in difficolta’ respiratorie.

Lombalgia e mancanza di respiro.
Questi sintomi in genere appartengono alla sintomatologia del tumore testicolare avanzato, quando cioè le metastasi si sono già diffuse dai linfonodi retroperitoneali piuttosto che a livello polmonare.

Crescita del seno.
In rari casi, alcuni cambiamenti ormonali possono causare tensione mammaria o crescita del tessuto mammario. Nello specifico, diversi tumori possono secernere alti livelli di un ormone chiamato gonadotropina umana-coronarica (HCG), che stimola lo sviluppo del seno.

 

Il confronto con lo specialista

Se si verifica anche uno di questi sintomi, è bene prendere subito un appuntamento con il proprio medico. Se non si tratta di un’infezione batterica (orchite/orchiepididimite) ed i sintomi non si risolvono rapidamente con una terapia antibiotica sarà infatti necessario sottoporsi ad un’ecografia per escludere la presenza di un tumore testicolare. La malattia ha infatti la caratteristica di crescere velocemente e le possibilità di cura sono maggiori in caso di diagnosi precoce : ecco perché è importante non aspettare troppo tempo prima di farsi visitare.

 

Articoli correlati

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita