Stai leggendo Corretta alimentazione, quali gli alimenti?

Alimentazione

Corretta alimentazione, quali gli alimenti?

22/10/2014

Come scegliere gli alimenti giusti per una corretta alimentazione? Che cosa contengono i nostri cibi preferiti? Grazie al laboratorio “Scegli e mangia” in programma al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano nell’ambito dell’iniziativa Crescere in salute i ragazzi fra gli 11 e i 16 anni impareranno a comporre il proprio piatto ideale per il pranzo o la colazione e scopriranno quali principi nutritivi sono contenuti negli alimenti scelti.

«L’intento dell’iniziativa – spiega la professoressa Daniela Lucini, responsabile della Sezione di Medicina dell’Esercizio e Patologie Funzionali in Humanitas e docente presso l’Università degli Studi di Milano – è fare in modo che i giovani comprendano che le scelte alimentari, nel bene o nel male, influiscono sul nostro stato di salute».

Come scegliere la giusta alimentazione?

«È bene sapere che quello che piace di più o seguire la dieta che va di moda non è il giusto criterio di scelta alimentare. Uno dei miti da sfatare è che non è vero che le cose buone fanno male e le cose non buone fanno bene. Ci sono molte cose che appaiono gustose al palato e che possono avere qualche rischio per la salute ma ci sono tante altre cose buone che fanno bene alla nostra salute».

Qual è la merenda corretta?

«Sbucciare una mela o preparare un panino è sicuramente più faticoso per i genitori rispetto a mettere negli zaini dei propri figli una merendina o un pacco di patatine già pronti. È consigliabile fare attenzione al cibo che si dà da mangiare ai bambini. Attenzione a coloranti o conservanti. Occhio anche alle calorie anche se spesso si fa tanta confusione proprio su questo. Il contenuto calorico è importante ma non è l’unico aspetto da considerare, specie quando si deve crescere. Il contenuto in grassi, in zuccheri ad esempio sono fattori importanti. Ad esempio una torta fatta in casa, con yogurt al posto del burro, tanta frutta può essere una buona merenda».

Bere tanto fa veramente bene alla salute?

«L’idratazione è importante ma bisogna bere l’acqua, naturale e pura. Sostituirla con aranciata, succo di frutta o integratore ricchi di zuccheri, coloranti non è certo l’ideale. Da qui è nata l’idea del laboratorio “Goccia a goccia” protagonista al Museo per l’iniziativa Crescere in salute».

A proposito dell’iniziativa. È semplice coinvolgere i ragazzi su queste tematiche di salute?

«Parlare di alimentazione corretta con i ragazzini è di sicuro una bella esperienza. Questi temi, infatti, affascinano molto i bambini perché molto spesso rimangono sorpresi da quello che gli viene spiegato: scoprire la relazione tra salute e cibi divertendosi è molto importante».

Fra le attività in programma per gli adulti durante “Crescere in salute” c’è anche il quiz per il calcolo dell’Health ID, di cosa si tratta?

«L’Health ID consiste in un questionario di poche domande inerenti semplicemente lo stile di vita: cosa si mangia, quanto ci si muove, ecc. Il risultato finale è un “numero, un indice”  che riassume lo stile di vita della persona. Tale indice è stato validato scientificamente: correla infatti molto bene con i parametri clinici (come pressione arteriosa, livelli di colesterolo, ecc). Inoltre a seconda del risultato possono essere date indicazioni al fine di migliorare le nostre abitudini, migliorando lo stile di vita e quindi lo stato di salute».

 

 

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita