Stai leggendo Sauna, benefici dimostrati anche dalla scienza

Benessere

Sauna, benefici dimostrati anche dalla scienza

14/09/2018

Protegge il cuore, potenzia il sistema immunitario, allevia il dolore muscolare rilassando la tensione e rende la pelle più pura e luminosa, aiutandola a liberarsi delle tossine in eccesso. La sauna è un’abitudine che ha origini antiche e mille proprietà terapeutiche. Oggi la scienza è in grado di confermarle quasi tutte. Ne parliamo con la professoressa Daniela Lucini, responsabile di medicina dell’esercizio di Humanitas.

 

La sauna non fa dimagrire

In Finlandia quasi ogni famiglia ne ha una in casa. Nei paesi più caldi come l’Italia invece è un lusso che ci si concede meno frequentemente (soprattutto durante l’inverno) e che è più facile trovare nei centri benessere o nelle spa che nelle abitazioni private. Ad ogni stagione o latitudine la sauna aiuta a rilassarsi e a purificare la pelle. Chiudersi per qualche minuto in una cabina in cui la temperatura può raggiungere i 90 gradi fa bene alla salute. Sono sempre di più gli studi che depongono a favore dell’uso regolare della sauna per restare sani, sottolineando vantaggi, fra i quali però, è bene ricordarlo, non c’è quello di far dimagrire.

Articoli correlati

 

La giusta routine

Per fare una sauna correttamente è importante rispettare le regole di questo antico rituale. La doccia prima di entrare, innanzitutto, va fatta calda o a temperatura ambiente e non fredda. Una volta entrati nella sala riscaldata poi è necessario rimanerci almeno 8 minuti, ripetibili massimo 3 volte, fino ad un massimo di 15-20 minuti per sessione. Non appena terminato il ciclo è bene raffreddarsi con una doccia tiepida, che avrà anche un effetto rassodante sulla pelle. Per evitare cali pressori inoltre è consigliato concedersi qualche minuto di relax, in posizione orizzontale, dopo il trattamento. In questo modo se ne potranno anche godere al massimo gli effetti rilassanti su mente e corpo.

 

Quando è meglio astenersi?

Evitare la sauna se si soffre di pressione troppo alta o troppo bassa.  Anche in presenza di disturbi cardiaci o della circolazione questo trattamente non è mai consigliato. Fare un bagno di vapore e calore, al contrario di come pensavano gli antichi, non fa bene durante stati febbrili o tantomeno in presenza di fenomeni infiammatori cutanei (anche per il rischio di trasmetterli). Meglio astenersi in presenza di varici o quando si è in gravidanza. Fare la sauna durante il ciclo mestruale non è pericoloso ma, per l’effetto di vasodilatazione e riduzione della viscosità del sangue, il rischio è quello di intensificare notevolmente il flusso. Per una indicazione corretta e puntuale è bene comunque affidarsi solo al parere del medico, l’unico in grado di indicare se è il caso o meno di sottoporsi al trattamento.

“La sauna può far bene a chi è completamente sano – ha precisato Lucini -. Chi ha problematiche cardiovascolari deve astenersi. In generale, se quando siamo nella sauna non ci sentiamo bene, mai sforzarsi di restare all’interno. L’esperienza deve essere piacevole, sennò potremmo a mettere a repentaglio la nostra salute”.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita