Stai leggendo Riunioni di lavoro a piedi: così si fa movimento anche in ufficio

Benessere

Riunioni di lavoro a piedi: così si fa movimento anche in ufficio

11/07/2018

In giro per corridoi e stanze in ufficio: basta una riunione tenuta in piedi, camminando, lontano dalle scrivanie, per restare attivi anche a lavoro. Ne è sufficiente una a settimana per aiutare a contrastare la sedentarietà tipica degli impiegati. L’efficacia di questo metodo è stata testata da un gruppo di ricercatori della University of Miami Miller School of Medicine (Stati Uniti). Ne abbiamo parlato con la professoressa Daniela Lucini, Responsabile della Sezione di Medicina dell’Esercizio di Humanitas.

 

Lo studio

Si tratta di uno studio pilota condotto su 17 lavoratori della stessa università che hanno indossato un accelerometro per tre settimane per misurare i livelli di attività fisica. I volontari hanno preso parte a una riunione a settimana in gruppi da 2 o 3 persone eseguite camminando. Tutti hanno appreso una sorta di protocollo per i meeting in piedi che includeva ad esempio la possibilità di prendere appunti mentre si camminava.

Ebbene, al termine delle tre settimane si è visto un miglioramento dei livelli di attività a intensità da moderata a vigorosa del campione: si è passati da 107 (prima settimana) a 114 (seconda settimana) a 117 (nell’ultima settimana).

Fino a 3-4 persone si può camminare e affrontare questioni di lavoro

Trasformare i meeting in passeggiate, dicono i ricercatori, è un buon modo per controbilanciare gli effetti della sedentarietà. I benefici della camminata a passo svelto sono molteplici e impattano sulla salute cardiometabolica e respiratoria dell’individuo. I risultati della ricerca sono stati pubblicati su Preventing Chronic Disease.

“L’idea di fondo è condivisibile ma va calata nella realtà lavorativa: il modulo definito da questa ricerca – ovvero riunioni in piedi e camminando con 2-3 persone – è replicabile. Giocoforza, se in una riunione è necessario mettere insieme più di 4 partecipanti o mostrare delle slides, allora si deve tornare al tradizionale meeting in cui si è seduti”, sottolinea la professoressa.

Condurre una riunione passeggiando non dev’essere poi un punto di arrivo ma di partenza: “Non deve essere un alibi per restare sedentari il resto della giornata. Alle riunioni in piedi bisogna aggiungere altre misure che ci possano permettere di restare attivi il più possibile: dal fare le scale al posto dell’ascensore al camminare per andare a prendere i mezzi pubblici o l’auto parcheggiata più lontano”.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita