Stai leggendo Lavare la pelle e i capelli per chi è affetto da psoriasi

Bellezza

Lavare la pelle e i capelli per chi è affetto da psoriasi

26/06/2002

La psoriasi è un disturbo cutaneo cronico. Se si fa eccezione per l’artrite psoriasica, il vero problema della psoriasi è di carattere estetico. Chi è colpito dalla psoriasi può essere turbato dalle manifestazioni cutanee e cercare di nasconderla, evitando per esempio di denudarsi. Questi atteggiamenti possono compromettere la vita di relazione interindividuale così come quella sociale.
Nella pratica quotidiana si rileva che la psoriasi del capillizio è quella che disturba maggiormente il paziente dal punto di vista estetico. Infatti questo tipo di disturbo tende a debordare dall’attaccatura dei capelli rendendosi visibile. Inoltre la continua desquamazione provoca un imbiancarsi dei vestiti. Il paziente psoriasico pur di eliminare questo disturbo è disposto a sottoporsi a trattamenti a base di steroidi potenti nonostante gli effetti collaterali. In realtà la psoriasi del capillizio può essere trattata anche senza l’uso di steroidi purchè si seguano alcune regole come ci spiega il prof. Marcello Monti, responsabile dell’Unità Operativa di Dermatologia di Humanitas e docente di Dermatologia all’Università degli Studi di Milano.

Il fenomeno di Koebner

Se si provoca in un paziente psoriasico un’escoriazione cutanea è verosimile che dopo qualche giorno l’escoriazione si trasformi in chiazza psoriasica. Questo é definito fenomeno di Koebner. Oggi questo fenomeno è interpretato come la conseguenza della liberazione di citochine da parte dei cheratinociti stimolati meccanicamente. In realtà qualsiasi agente irritante può indurre lo stesso fenomeno. Come conseguenza occorre ritenere che la placca psoriasica non va in alcun modo stimolata se si vuole ottenere la remissione della stessa.

Il trattamento della psoriasi del capillizio

La psoriasi del capillizio risponde al trattamento con emulsioni a base di acido salicilico e di zolfo. Si consiglia un’applicazione la sera dell’emulsione solfo salicilica da applicare in piccola quantità e con molto massaggio per far sì che il preparato penetri tra le placche della placca psoriasica.
Il lavaggio dei capelli andrà eseguito al mattino. Se l’applicazione è stata condotta con regola il mattino i capelli non appaiono unti e quindi il lavaggio non è obbligatorio.

La psoriasi e lo shampoo

In un recente passato si utilizzavano shampoo a base di catrame minerale per lavaggio del capillizio affetto da psoriasi. Oggi non essendo più permesso negli shampoo l’utilizzo del coal tar, sono gli shampoo stessi che sono diventati momento di irritazione. Infatti, lo shampoo è una miscela di tensioattivi ognuno dei quali è in grado di delipidizzare ed è più o meno irritante per la cute. Secondo gli esempi dei media di solito il lavaggio del capillizio con lo shampoo è effettuato frizionando a lungo sul capillizio. In realtà lo shampoo è il detergente dei capelli e non del capillizio e non andrebbe mai frizionato per non creare una dermatite da tensioattivi. Il paziente psoriasico con placche squamose presenti sul capillizio ha la tendenza di frizionare ancor più lo shampoo soprattutto se questo gli è stato prescritto come shampoo terapeutico. Poiché in mancanza di coal tar lo shampoo non è terapeutico, la conseguenza di tanta frizione è un’irritazione e quindi un’accentuazione della psoriasi. Occorre quindi insegnare al paziente psoriasico che il trattamento è affidato alle emulsioni e che lo shampoo serve solo per detergere i capelli.

La Funzione Barriera alterata e le conseguenze pratiche

La Funzione Barriera non può formarsi nelle placche di psoriasi pertanto vi sarà un aumento della perdita d’acqua così come un aumento della penetrazione di sostanze dall’esterno verso l’interno. La prima conseguenza pratica di questo stato di fatto è l’eccessivo assorbimento dei farmaci applicati per via topica. Un’altra conseguenza è che la placca psoriasica non tollera il contatto con acqua e detergenti. In modo simile alla Dermatite Atopica anche la psoriasi peggiora con il contatto di acqua e detergenti. Ne deriva che occorre attuare una forma di lavaggio particolare nei casi di estensione delle placche.

La detersione per il paziente psoriasico

Come al capillizio non può essere frizionato uno shampoo così sulle placche del corpo non può essere frizionato un detergente. E’ bene per il lavaggio utilizzare solo acqua o una soluzione antisettica. Il permanganato di potassio in soluzione è ritenuto un ottimo sostitutivo all’uso del detergente. Può essere usato per bagni o per spugnature.

L’impiego degli emollienti

Come detto la placca psoriasica deve essere quietata e non stimolata da acqua, detergenti, grattamento, sfregamento di indumenti, etc. Si consiglia pertanto l’uso di emollienti. Questi prodotti per la psoriasi devono essere emulsioni estremamente semplici, prive di profumazioni e contenenti possibilmente lipidi di origine vegetale come burro di karitè, olio di palma, olio di cocco. Le creme emollienti possono essere usate da sole, nelle psoriasi minime come proteggenti della placca dalle irritazioni esterne oppure in associazione con trattamenti con prodotti naturali o farmaci.

A cura di Lucia Giaculli

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita