Stai leggendo “Il succo di mirtilli neri previene la cistite”, vero o falso?

Vero/Falso

“Il succo di mirtilli neri previene la cistite”, vero o falso?

29/04/2016

Alcuni credono che il succo di mirtilli neri prevenga la cistite. Vero o falso? L’abbiamo chiesto al dottor Rodolfo Hurle, urologo dell’ospedale Humanitas.

Vero. Il succo di mirtilli, in particolare quello nero, grazie all’elevata presenza di particolari sostanze note come proantocianidine, aiuta a prevenire la comparsa della cistite, un’infezione delle vie urinarie che colpisce maggiormente le donne rispetto agli uomini. Il succo di mirtilli neri, quindi, grazie alla presenza di queste sostanze note anche come flavonoidi o polifenoli e contenute in minor quantità anche in altra frutta e verdura di colore rosso o viola, aiuta a prevenire l’insorgenza della cistite perché, come dimostrato da studi scientifici, interferisce con l’attaccamento sulla vescica dei batteri intestinali responsabili della cistite. In particolare, il succo di mirtilli neri impedisce che l’Escherichia Coli, il battere intestinale maggiormente responsabile della cistite, si attacchi alle cellule epiteliali della vescica e dell’apparato urinario. In questo modo, le proantocianidine formano una barriera nella vescica che permette di evitare il rischio di infezione – spiega l’esperto. – Il succo di mirtilli neri però, interferisce con i farmaci anticoagulanti. Questo significa che i pazienti in cura con questi farmaci, anche in caso di cistite, non dovrebbero assumere o assumere con cautela il succo di mirtilli neri.”

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita