Stai leggendo Colon, il tumore si previene con le fibre

Alimentazione

Colon, il tumore si previene con le fibre

29/05/2018

Qual è la migliore dieta per ridurre il rischio di tumore al colon? Un recente studio condotto dalla Cleveland Clinic e pubblicato su Jama Oncology suggerisce che una dieta ad alto contenuto di fibre, ricca di cereali e verdure, riduce la probabilità di ammalarsi. Vediamo perché un alto apporto di fibre riduce il rischio di contrarre questo tumore. Ne parliamo con il professor Antonino Spinelli, direttore della Unità Operativa di Chirurgia Colorettale dell’Istituto Clinico Humanitas e docente di Humanitas University.

 

La prevenzione parte dalla tavola

“È il terzo tumore più comune in entrambi i sessi e la seconda causa di morte per cancro nel mondo. Una nuova ricerca suggerisce che le fibre contenute negli alimenti, oltre a prevenirlo, possono aiutare a vivere più a lungo anche chi lo ha contratto”, afferma il professore.

I ricercatori hanno analizzato le abitudini alimentari e le cartelle cliniche di 1.575 pazienti affetti da cancro del colon-retto non metastatico, determinando il tasso di mortalità specifica per neoplasia del colon e la mortalità complessiva. I risultati hanno mostrato che il consumo di cibi ad alto contenuto di fibre era associato a una riduzione del 18% del tasso di mortalità specifica per neoplasia del colon e del 14% del tasso di mortalità complessivo.

Articoli correlati

 

Quali benefici?

Il motivo specifico per cui le fibre proteggono dal cancro del colon non è ancora noto. “Una delle ragioni è che le fibre, agevolando il transito intestinale, riducano il tempo di contatto di potenziali agenti cancerogeni con le pareti intestinali”, continua il professore. Inoltre le fibre, parte importante di una dieta sana ed equilibrata, avrebbero anche proprietà anti-infiammatorie.

 

Qual è la giusta quantità di fibre da assumere?

Secondo lo studio, sarebbe sufficiente un aumento del consumo di fibre di soli cinque grammi al giorno per determinare una riduzione significativa del tasso di mortalità complessivo e di quello specifico per neoplasia del colon. “Questo dimostra come l’adozione di sane abitudini dietetiche agisce non solo come forma di prevenzione delle neoplasie del colon, ma anche dopo che queste si sono manifestate, estendendo la propria azione positiva anche nei confronti di patologie non neoplastiche”, conclude il professor Spinelli. Cinque grammi di fibre al giorno equivalgono a circa una ciotola di farina d’avena.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita