Stai leggendo Lupus: molti i sintomi con cui può manifestarsi

Reumatologia e immunologia

Lupus: molti i sintomi con cui può manifestarsi

04/11/2020

Il lupus è una patologia autoimmune caratterizzata da un’attivazione incontrollata del sistema immunitario, alla quale consegue un’infiammazione cronica che può interessare qualsiasi organo o apparato.

Il lupus può essere difficile da diagnosticare per via di sintomi non specifici e delle diverse manifestazioni di malattia.

Approfondiamo l’argomento con la dottoressa Maria De Santis, specialista dell’Unità Operativa di Reumatologia e Immunologia Clinica di Humanitas e docente di Humanitas University.

Cos’è il Lupus eritematoso sistemico?

Il Lupus Eritematoso Sistemico è una malattia cronica autoimmune provocata da una reazione erronea del sistema immunitario, che può attaccare organi, tessuti e apparati dell’organismo poiché non li riconosce come propri. Diversamente da quel che accade in altre malattie autoimmuni, il Lupus può colpire qualsiasi organo, tuttavia reni, cuore,  cute, sistema nervoso e articolazioni sono i più interessati.

Come la maggior parte delle patologie autoimmuni, il lupus colpisce principalmente le donne. In Italia sono più di 60mila i pazienti affetti, e la casistica mostra un alto numero di donne.

I sintomi del lupus

Generalmente la malattia quando è attiva si presenta con sintomi sistemici come febbre e stanchezza; segni cutanei e mucosi come rash a farfalla sul volto, lesioni eritematose nelle zone del corpo esposte al sole, ulcere orali, perdita di capelli; coinvolgimento articolare che si manifesta come artralgie o come vera e propria artrite; pericarditi e pleuriti; nei casi severi può esserci un coinvolgimento dei reni; frequente è la leucopenia, ma sono comuni anche l’anemia emolitica e piastrinopenia. 

L’andamento della malattia varia da paziente a paziente e possono alternarsi fasi di remissione e di riacutizzazione.

Genetica e ambiente hanno un ruolo importante nella patogenesi

Il lupus può essere scatenato in soggetti geneticamente predisposti da fattori ambientali (come un grande stress emotivo, un’infezione, l’assunzione di determinati farmaci, un trauma, l’esposizione al sole). Anche le variazioni ormonali, come quelle che accompagnano la pubertà, la gravidanza o la menopausa, giocano un ruolo importante.

Come trattare il lupus?

Una volta diagnosticato il Lupus, sarà lo specialista di riferimento a valutare la severità e l’attività di malattia e a capire come trattare al meglio questa patologia. 

Generalmente il trattamento comprende farmaci corticosteroidi, farmaci anti-malarici e immunosoppressori. 

Al momento sono poi in studio numerosi farmaci biologici per il trattamento del Lupus. 

 

 

 

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita