Stai leggendo Listeria: come prevenire l’infezione alimentare

Malattie infettive

Listeria: come prevenire l’infezione alimentare

10/10/2018

L’emergenza sta rientrando: si parla di Listeria monocytogenes, il batterio responsabile della tossinfezione alimentare.

Il batterio della listeriosi può contaminare alimenti come pesce, carne e verdure crude, latte non pastorizzato e latticini come formaggi molli e burro, cibi trasformati pronti all’uso, (es. hot dog), carni fredde tipiche delle gastronomie, insalate preconfezionate, panini, pesce affumicato. I sintomi sono quelli della gestroenterite acuta febbrile ma il quadro clinico è peggiore se la listeria colpisce donne in gravidanza, soggetti immunodepressi.

 

I consigli dell’Istituto superiore di Sanità per prevenire la listeria:

  • lavare con cura gli alimenti crudi, come frutta e verdura, sotto l’acqua corrente (anche se saranno sbucciati. Per alimenti come meloni e cetrioli usare una spazzola pulita
  • asciugare i prodotti con un panno pulito o un tovagliolo di carta
  • separare le carni crude da verdure e cibi cotti e pronti al consumo
  • lavare mani, coltelli, piani di lavoro e taglieri dopo aver manipolato cibi crudi
  • cuocere accuratamente e completamente la carne
  • consumare i prodotti precotti, o pronti per il consumo, appena possibile
  • non conservare i prodotti refrigerati oltre la data di scadenza
  • dividere gli avanzi di cibo in contenitori poco profondi per farli raffreddare più velocemente, chiuderli e consumarli entro 3-4 giorni.
  • non mangiare formaggi molli (o bere latte) se non si è certi che siano prodotti con latte pastorizzato
  • mantenere il frigorifero pulito, soprattutto da avanzi di carni cruda, pulendo le pareti interne e i ripiani con acqua calda e sapone liquido. La temperatura dev’essere entro i 4°C (per il congelatore sotto i -17°C)
Articoli correlati

Per i soggetti a rischio listeria (come donne in gravidanza e soggetti immunodepressi)

  • evitare di mangiare panini contenenti carni o altri prodotti elaborati da gastronomia senza che questi vengano nuovamente scaldati ad alte temperature
  • evitare di contaminare i cibi in preparazione con cibi crudi e/o provenienti dai banconi dei supermercati e delle delicatessen
  • non mangiare formaggi molli se non si è certi che siano prodotti con latte pastorizzato
  • non mangiare paté di carne freschi e non inscatolati e pesce affumicato, a meno che non sia inscatolato in forme che non deperiscono a breve scadenza.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita