Stai leggendo “Gravidanza, controllare la tiroide non serve”, vero o falso?

Endocrinologia

“Gravidanza, controllare la tiroide non serve”, vero o falso?

06/06/2018

Con la gravidanza arriva anche la necessità di sottoporsi a numerosi controlli, per il benessere sia della futura mamma che del feto. Molte donne pensano che la tiroide non sia da tenere sotto controllo durante il periodo della gravidanza. Vero o falso? Lo abbiamo chiesto al professor Andrea Lania, docente di Endocrinologia presso Humanitas University e responsabile dell’Unità Operativa di Endocrinologia di Humanitas.

 

Falso. Tenere sotto controllo la tiroide durante la gravidanza è molto importante – spiega l’esperto – specialmente se si considera che le donne sono tra le categorie più a rischio di sviluppare malattie tiroidee, e che la gravidanza di per sé porta a significativi cambiamenti nella funzione della tiroide. In particolare, è importante nella donne in gravidanza instaurare una adeguata supplementazione di iodio, fondamentale per una corretta funzione della ghiandola. Il monitoraggio poi della funzione tiroidea e la normalizzazione degli esami sono ancora più rilevanti nelle pazienti già note per una pre-esistente alterata funzione tiroidea da iper o ipofunzione della ghiandola (iper ed ipotiroidismo) già in terapia. Il controllo della funzione tiroidea in corso di gravidanza è inoltre indicato nelle pazienti con tiroidite cronica autoimmune e in quelle in cui sia nota una familiarità per malattie autoimmuni della tiroide.”

 

Articoli correlati

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita