Stai leggendo Pelle secca e labbra screpolate d’inverno? Colpa dell’inquinamento

Dermatologia

Pelle secca e labbra screpolate d’inverno? Colpa dell’inquinamento

07/02/2019

Il freddo è nemico delle labbra e della pelle. D’inverno le labbra si disidratano dieci volete di più rispetto alle altre parti del corpo e l’inquinamento non aiuta a tenerle morbide e setose: questa parte è così delicata perché è protetta solo da un sottile strato corneo nel quale non sono presenti follicoli piliferi e nemmeno ghiandole sebacee. Lo stesso problema ce l’ha anche la pelle, sottoposta ad uno stress maggiore per difendersi. Di come trattare pelle e labbra secche nella stagione più rigida dall’anno abbiamo discusso con la dottoressa Marta Brumana, dermatologa di Humanitas San Pio X.

 

L’inquinamento, il nemico numero 2 della pelle

Se il freddo è il nemico numero uno delle nostre labbra e della nostra pelle, l’inquinamento è al secondo posto nell’elenco delle cose che non ci aiutano a tenerle idratate nel modo corretto. Anche alcuni trucchi, come i lucidalabbra, che sembrerebbero utili ad umettare, in realtà peggiorano i sintomi, seccando le labbra ancora di più. Il trucco quindi si rivela antiestetico e non fa che peggiorare il problema.

Articoli correlati

No agli sbalzi termici

Quello che più infastidisce ed irrita la pelle del viso e quella delle labbra sono gli sbalzi climatici, che provocano i solchi della disidratazione. Inquinanti e polveri sottili inoltre possono penetrare anche nelle fessure e, nelle persone predisposte, possono favorire l’insorgenza di allergie. Proteggerle con i prodotti giusti per creare una barriera può quindi fare la differenza.

Il segreto per avere risultati è la costanza nell’applicazione. I prodotti più efficaci sono quelli a base di urea e ceramidi. L’altra cosa importante è mantenere una giusta idratazione corporea, cosa che dipende prima di tutto dall’alimentazione, che dovrebbe essere ricca di vitamine e antiossidanti.

 

Perché le labbra sono così delicate?

Le labbra sono così delicate perché sono protette solo da un sottile strato corneo nel quale non sono presenti follicoli piliferi e nemmeno ghiandole sebacee e ci sono pochissimi melanociti che possono proteggere le labbra stesse dalle insidie del sole.

La disidratazione delle labbra può accentuarsi d’inverno anche a causa della cattiva abitudine a leccarle e umettarle con la saliva, per placare la sensazione di secchezza. La saliva contiene sostanze acide, le stesse che nella bocca consentono una prima digestione del cibo che possono intaccare l’integrità delle labbra già messe alla prova dal freddo e dall’influenza. Ecco perché anche se bagnarle con la saliva inizialmente sembra dare sollievo, questo gesto a lungo andare contribuisce a rovinarle.

Quando si tratta di scegliere i prodotti è bene privilegiare quelli che contengono un’importante componente idratante, magari a base di burro di karitè, olio di borragine, calendula, pantenolo, olio di argan. Meglio evitare, invece, i prodotti contenenti siliconi.

 

L’effetto del freddo sulla pelle

“Il freddo restringe i vasi sanguigni e diminuisce così l’afflusso di sangue alla cute, la quale tende a seccarsi e a produrre meno sebo – ha spiegato la dottoressa Brumana -: il risultato è che il naturale film idrolipidico diventa più sottile, anche per colpa dell’umidità e degli sbalzi termici continui a cui siamo sottoposti”.

Un occhio di riguardo, in questo periodo, ce l’hanno più bisogno le pelle problematiche, in particolare quelle acneiche, quelle affette da psoriasi e quelle soggette da dermatiti ed eczemi.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita