Stai leggendo Bambini e genitori, nelle fiabe il segreto per ascoltarli

Bambini

Bambini e genitori, nelle fiabe il segreto per ascoltarli

06/04/2017

genitori lamentano spesso di non riuscire a farsi ascoltare dai propri figli, soprattutto quando si tratta di bambini, anche se, talvolta, oltre a farsi ascoltare i genitori dovrebbero ascoltare cosa i propri bambini hanno da comunicare loro. Con le fiabe, come anche il disegno e il gioco, ovvero quelli che da sempre rappresentano gli strumenti più immediati che permettono agli adulti di accedere al mondo interno dei bambini, i genitori possono ascoltare e comprendere ciò che i propri figli piccoli hanno da dire sulle loro esperienze  – spiega la dottoressa Katia Rastellipsicologa della Sezione di Chirurgia Bariatrica di Humanitas. – Grazie a questi strumenti infatti i genitori possono avere un aiuto per entrare nel mondo infantile fatto di fantasie, emozioni, paure e desideri, evitando l’intrusione diretta, un po’ come quando, al rientro dalla scuola materna, accorgendosi di una faccina triste, papà o mamma chiedono al bambino cosa sia successo e alla domanda diretta il figlio potrebbe negare direttamente rispondendo: “niente, non è successo niente”. Probabilmente, invece, se gli adulti rivolgessero la domanda “cosa è successo” al suo pupazzo del cuore, il bambino racconterebbe che “lui è triste perché ha litigato con un amico o è stato sgridato dalla maestra”, cosa che potrebbe essere troppo dolorosa o carica di vergogna per poter essere raccontata direttamente ai genitori. In questo modo i bambini, se gliene viene offerta la possibilità, possono identificarsi con i personaggi dei loro disegni oppure con il loro peluche preferito, oppure ancora con i personaggi delle fiabe, raccontando molto di sè senza esserne consapevoli. Alla luce di questo affascinante meccanismo risulta quindi un grande aiuto per i genitori imparare ad utilizzare i personaggi preferiti dai propri bambini, colori e peluches per entrare in comunicazione con il mondo più interno dei propri figli, e non solo per conoscerli meglio, ma anche per veicolare regole e insegnamenti, come nelle favole di Esopo, oltre che tramandare abitudini, un po’ come succedeva nei tempi passati quando la famiglia e i bambini si riunivano la sera intorno al fuoco. Inoltre, i genitori non dovrebbero mai dimenticare che il tempo dedicato alla lettura delle fiabe ai bambini è sempre tempo di qualità da trascorrere insieme, e questo, già di per sé, risulta essere un buon insegnamento. In questo modo i genitori comunicano ai propri figli un messaggio importante ovvero “ci sono per te, il tempo insieme è importante, hai valore, ti ascolto e ti capisco”

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita