Stai leggendo Salute, ecco tutte le tendenze del 2018

Benessere

Salute, ecco tutte le tendenze del 2018

12/11/2018

Anche argomenti come la salute e benessere subiscono le mode del momento. Quest’anno nuove abitudini, come quella della palestra in casa o l’uso delle app per rilassarsi, misurare il battito cardiaco o fare sport, sono diventate un’abitudine quotidiana per milioni di persone. Grazie alla diffusione sempre più capillare della nutraceutica, che si occupa di identificare i nutrienti dal potere preventivo e curativo, ogni anno nuovi alimenti esotici balzano all’attenzione dei media, diventando popolari e sempre più utilizzati anche nella cucina di tutti i giorni. Il 2017 è stato l’anno della curcuma, dell’avocado e dei semi di chia. Quali sono invece le tendenze che ha regalato e deve ancora regalare il 2018? Ne abbiamo parlato con la professoressa Daniela Lucini, responsabile di medicina dell’esercizio di Humanitas.

 

La moringa, il nuovo “superalimento”

Ha il doppio delle proteine di spinaci e il triplo di ferro, oltre ad essere una fonte ragguardevole di calcio, potassio e vitamina A. La moringa, conosciuta anche come l’albero del rafano (o albero dei miracoli) viene dal Nord America e secondo la rivista Ecology of Food and Nutrition ha un incredibile potere antifiammatorio e antiossidante. Triturandone i semi si ottiene una polvere che si può usare come integratore alimentare, mentre le foglie possono essere usate per prepararei tisane e infusi e centrifugati. La dose consigliata? Da 2 a 4 cucchiaini al giorno. In commercio esiste anche l’olio di moringa, perfetto per idratare la pelle particolarmente secca.

 

Il mercato del digital fitness e le app per allenarsi a casa

Oggi andare in palestra sta diventando un’abitudine superata. Sono sempre di più le persone che si organizzano in casa un propria area fitness, con tanto di attrezzi e pesi per allenarsi autonomamente, seguendo i propri orari e le proprie esigenze. Nel 2018 le innovazioni del fitness digitale hanno permesso di far entrare nelle case allenatori virtuali a portata di smartphone. I costi sono minori e le lezioni online trasmesse in streaming sui dispositivi portatili permettono di seguire programmi più o meno personalizzati. Gli allenamenti audio guidati dai trainer includono corsa, esercizi di resistenza e perfino yoga. Secondo le previsioni degli esperti il mercato del digital fitness raggiungerà 27,4 miliardi di dollari entro il 2022, con un tasso di crescita del 33% annuo.

 

Cresce la domanda di informazione su salute e benessere

Google ha affermato che nel 2018 le ricerche che hanno per tema la cura di sé sono superiori del 25% rispetto a quelle dell’anno scorso.

In una società sempre più frenetica avere tempo per se stessi viene considerato sempre più importante, così come essere informati su come prendersi cura al meglio della propria salute. Ecco perché rituali legati alla cura di sé sono sempre più cercati in internet, così come come notizie certificate in tema di medicina e salute. Ecco perché un giornalismo medico scientifico di qualità e una divulgazione certificata è diventato e diventerà un settore su cui le aziende punteranno sempre di più.

 

La salute mentale parte dall’organizzazione degli ambienti

I danesi la chiamano “hygge”. Questa filosofia di vita nordeuropea mette al centro l’importanza di saper creare un’atmosfera calda e accogliente nella prima propria casa.

Sempre più al centro dell’attenzione, l’abitazione e l’home design sta diventando sempre di più un luogo privilegiato in cui cercare e creare benessere, anche prendendo spunto e rubando dettagli di stile da studi di meditazione e yoga. Il concetto è semplice: l’ambiente è in grado di rispecchiare i nostri stati d’animo e curarsi della disposizione di cose e oggetti può avere uno straordinario potere terapeutico.

 

Il parere di Humanitas

“Alcune cose sono mode – ha detto la professoressa Lucini – e come tali sono destinate a passare. L’home fitness invece è un’ottima cosa perché rende realistica l’attività fisica, ma c’è sempre l’altro lato della medaglia: oltre a non far bene l’esercizio, si può correre il rischio di farsi del male. Come tutte le cose quindi, è buona relativamente. Dipende da come viene utilizzata e dalla capacità di mantenere la motivazione”.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita