Stai leggendo Sappiamo davvero tutto sulle creme solari?

Benessere

Sappiamo davvero tutto sulle creme solari?

20/09/2018

Sappiamo davvero tutto sulle creme solari? Il prof. Antonio Costanzo, dermatologo di Humanitas, spiega come scegliere e leggere gli ingredienti delle protezioni solari, oltre a dare qualche consiglio su come esporsi al sole.

 

Sole, ecco la giusta routine

Ci sono due tipi di luce raggi ultravioletti che possono danneggiare la pelle: UVA e UVB. Una protezione solare ad ampio spettro (o spettro completo) protegge da entrambi. I raggi UVA possono invecchiare prematuramente la pelle, causando rughe e macchie di età. I raggi UVB possono bruciare la pelle. Troppa esposizione ai raggi UVA o UVB può causare tumore della pelle. Il sole va evitato nelle ore di punta. Generalmente tra le 10 e le 14 è meglio non esporsi, indipendentemente dalla stagione. Questo per evitare l’esposizione alle radiazioni ultraviolette, dannose per la pelle anche nei giorni nuvolosi.

Una buona norma d’estate è indossare indumenti che proteggano dai raggi solari: pantaloni, camicie con maniche lunghe, occhiali da sole e un cappello a tesa larga. La crema va applicata generosamente e regolarmente.

Articoli correlati

La migliore crema solare ha il più alto SPF?

SPF è l’acronimo di fattore di protezione solare, che misura in che modo la protezione solare protegge dai raggi UVB, mentre la protezione UVA non è valutata. L’SPF si calcola in base a quanto tempo impiega la pelle ad abbronzarsi anche dopo che è stata trattata con la crema solare, rispetto ad una pelle senza crema solare.

Se applicata correttamente, una crema solare con SPF di 30 fornirà una protezione leggermente maggiore dai raggi UVB rispetto a una crema solare con un SPF di 15. Ma il prodotto SPF 30 non è due volte più protettivo del prodotto SPF 15. I filtri solari con SPF superiori a 50 forniscono solo un piccolo aumento della protezione UV.

Inoltre, la protezione solare spesso non viene applicata a fondo o abbastanza spesso, e può essere lavata via durante il nuoto o la sudorazione. Di conseguenza, anche la migliore protezione solare potrebbe essere meno efficace di quanto suggerisca il numero SPF.

La cosa importante quindi è di assicurarsi di acquistare una protezione solare ad ampio spettro.

 

Cosa fa la protezione solare resistente all’acqua?

Il termine resistente all’acqua significa che l’SPF viene mantenuto per un massimo di 40 minuti durante il nuoto o la sudorazione. La scritta “molto resistente” all’acqua significa che l’SPF viene mantenuto per 80 minuti.

 

Cosa devo sapere sugli ingredienti per la protezione solare?

I filtri solari contengono filtri che riflettono o assorbono i raggi UV. Esistono due tipi principali di filtri solari:

biologico e non e non di rado si trovano combinati fra loro. I filtri solari biologici assorbono la radiazione UV e la convertono in una piccola quantità di calore. Inoltre possono contenere derivati ​​di PABA, cinnamati, salicilati e benzofenoni.

I filtri non biologici invece riflettono e diffondono la radiazione UV. Potrebbero contenere biossido di titanio o ossido di zinco e sono in genere meno irritanti per la pelle.

I filtri solari potrebbero anche contenere un repellente per insetti. Il repellente per insetti non deve essere applicato più spesso di ogni sei ore. Quando si utilizza questo tipo di prodotto combinato quindi è bene riapplicare una crema solare senza repellente per insetti a distanza di un paio d’ore.

 

Alcune marche di filtri solari sono migliori di altre?

Il marchio conta fino ad un certo punto. L’importante è come viene usato il prodotto. Cerca una copertura resistente all’acqua e ad ampio spettro con un SPF di almeno 30. Controlla la data di scadenza della protezione solare.

Crema solare spray o una lozione?

Se hai la pelle secca, potresti preferire una crema, soprattutto per il viso. Le lozioni sono spesso preferite per l’applicazione su grandi aree e tendono ad essere più sottili e meno unte delle creme. I genitori spesso preferiscono gli spray perché sono facili da applicare ai bambini. Perché è difficile sapere quanto bene stai applicando spray, applicare un rivestimento generoso e uniforme. Una combinazione di ombra, vestiti, crema solare e buon senso è sempre la soluzione migliore da adottare in spiaggia.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita