Sonno

Meditazione del sonno guidato: ecco come funziona

23/05/2019

La terapia farmacologica è l’ultima spiaggia per curare i disturbi del sonno. Per migliorare la qualità del riposo, prima di arrivare ad assumere dei medicinali, è bene approfondire una serie di strategie psicologiche che possono regalare grandi benefici, se non la completa guarigione. Fra queste, c’è anche la meditazione per il sonno guidato, un metodo per aiutare la mente a lasciare andare di pensieri preoccupati e rilassare il corpo prima di andare a letto. Ne abbiamo parlato con il dottor Vincenzo Tullo, neurologo responsabile di medicina del sonno e del centro sulle cefalee in Humanitas.

 

Mindfulness e sonno, quale legame?

In uno studio del 2015 pubblicato su JAMA, è stato dimostrato che la meditazione mindfulness era più efficace per migliorare il sonno di un intervento di igiene del sonno con 49 anziani. L’intervento di mindful awareness practice (MAP) è stato utilizzato nell’arco di sei settimane per due ore alla settimana. È stato anche rilevato che gli effetti sul sonno si sono tradotti in problemi diurni, con la riduzione della fatica e della depressione.

Articoli correlati

Come funziona la mindfulness e a chi può servire?

Secondo l’American Sleep Association, circa il 30% degli adulti ha problemi di l’insonnia a breve termine e circa il 10 per cento ha difficoltà croniche a cadere o a rimanere addormentati. Inoltre, circa un terzo degli adulti riferisce dormire meno di 7 ore a notte, contro le 8-9 ore di cui avrebbero realmente bisogno.

Spesso l’insonnia è causata da stress e preoccupazioni, ecco perché delle tecniche di rilassamento e di mindfulness come la meditazione sono particolarmente indicate per combattere questo problema.

Come altre forme di meditazione più tradizionali, questa pratica comporta lo spostamento dell’attenzione dalla mente al corpo.

Si tratta di entrare in meditazione prima di dormire, generalmente da soli o facendosi aiutare dall’ascolto di una registrazione audio che guidi in questo percorso. Imparando come spostare l’attenzione dai pensieri negativi e a rilassare il corpo, a beneficiarne sarà la capacità di addormentarsi facilmente. In concetto della meditazione è semplice: restare nel momento presente. A sua volta, questo attiva il sistema nervoso parasimpatico, che aiuta ad abbassare la frequenza cardiaca e rallentare la respirazione. Tutti questi cambiamenti preparano al sonno anche se non costituiscono di per sé un metodo per addormentarsi ma solo per calmare la mente.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita