Alimentazione

“Farmaci, alcuni succhi di frutta possono influenzarne gli effetti”, vero o falso?

14/06/2016

Molti credono che alcuni succhi di frutta possano influenzare gli effetti dei farmaci. Vero o falso? L’abbiamo chiesto al dottor Michele Lagioia, direttore sanitario di Humanitas e specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

Vero. In realtà sono molti gli alimenti e succhi di frutta che possono influenzare l’efficacia e l’effetto terapeutico dei farmaci amplificandone o riducendone l’effetto. L’AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco, raccomanda di leggere sempre con attenzione le interazioni degli alimenti descritte nei bugiardini dei farmaci – sottolinea l’esperto. – In merito ai succhi di frutta, il succo di pompelmo andrebbe evitato se si assumono farmaci come la ciclosporina (immunosoppressivo), antistaminici e farmaci per l’ipertensione perché l‘interazione con questi farmaci quasi ne dimezza l’assorbimento, mentre arance e banane o i succhi di frutta e verdura che contengono arance o verdure a foglie verde vanno evitati se si assumono farmaci ACE-inibitori somministrati in caso di disturbi cardiovascolari. Il succo di mirtillo o i prodotti a base di mirtillo vanno evitati durante l’utilizzo di anticoagulanti, il warfarin per esempio, perché possono modificare gli effetti dei farmaci anticoagulanti ma è nota anche l’interazione di zenzero, ginseng e ginko contenuti in molti succhi di frutta energizzanti che possono interferire con questi farmaci aumentando il rischio di sanguinamento. In caso di assunzione di farmaci per l’ipotiroidismo è importante avvisare il proprio medico se si assumono bevande a base di soia, come il latte di soia per esempio, perché, in quel caso, potrebbe essere necessario modificare la dose del farmaco. I farmaci antibatterici e antibiotici che si assumono in presenza di un’infezione vengono influenzati dall’assunzione di bevande come latte e yogurt o succhi di frutta arricchiti con calcio. Tra le bevande inoltre, è bene ricordare che anche alcol e caffeina producono interazioni con i farmaci che potenziano o contrastano l’effetto dei farmaci e per questo motivo ne è sconsigliato il consumo in concomitanza all’assunzione di farmaci.”

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita