Stai leggendo “Purple drank”: quando lo sciroppo per la tosse diventa una droga letale

Cure e farmaci

“Purple drank”: quando lo sciroppo per la tosse diventa una droga letale

10/10/2018

Ha già mandato in ospedale diverse celebrità tra cantanti, rapper e atleti professionisti ed è conosciuta come una droga diffusa fra la comunità rap del sud degli Stati Uniti. Ecco perché la Actavis, azienda produttrice del preparato dal caratteristico colore viola, ha interrotto la produzione e la vendite del potente sciroppo la tosse soprannominato “Prometh” per via del suo uso ricreativo in un cocktail conosciuto come “purple drank”. Questo farmaco, popolare negli Stati Uniti, è stato infatti ritirato perché ritenuto responsabile di alcuni decessi. Ne abbiamo parlato con la dottoressa Maria Fazio, responsabile della farmacia di Humanitas.

 

Un cocktail potenzialmente letale

L’ingrediente principale di “purple drank”, un cocktail potenzialmente letale dal caratteristico colore viola, è lo sciroppo per la tosse “Prometh” di Actavis, recentemente sospeso perché contenente prometazina e codeina, due sostanze che, se mischiate, potevano essere usate dagli spacciatori per uso “ricreativo”. Per assumere le sembianze di una droga questo sciroppo per la tosse potenzialmente “killer” viene tagliato con soda, caramelle e talvolta con alcol.

La prometazina cloridrata appartiene alla classe delle fenotiazine, una classe di farmaci che viene utilizzata in vari preparati antistaminici e antipsicotici. Se assunta da sola, la prometazina di solito non ha effetti psicotropi ma se viene mischiata con altri depressivi come la codeina e l’alcol può essere utilizzata come una droga.

La codeina viene infatti metabolizzato dal corpo in morfina. Nella sciroppo per la tosse della Actavis la codeina serve proprio per sopprimere la tosse ma può anche causare sensazioni di ebbrezza, analgesia ed euforia.

Articoli correlati

Sintomi ed effetti del “purple drank”

Insufficienza respiratoria, sonnolenza, ipotensione, fino alla morte improvvisa. Sono alcuni degli effetti collaterali sperimentati da chi ha fatto abuso dello sciroppo per la tosse della Actavis, mischiato ad altre sostanze. Anche il sovradosaggio di prometazina può causare sintomi anticolinergici come l’ipertermia, pelle e mucose secche, delirio, dilatazione pupillare, spasticità, fino alla perdita di movimento volontario (atassia).

La notizia positiva è che Actavis ha ormai cessato la produzione e la vendita di Prometh. Resta da capire se chi faceva abuso del “drink viola” troverà un altro modo per preparare un cocktail pieno di prometazina e oppioidi.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita