Stai leggendo Il CrossFit è pericoloso?

Sport

Il CrossFit è pericoloso?

01/10/2014

La disciplina del CrossFit, nata negli Stati Uniti negli anni ’70, è la pratica sportiva che più sta spopolando soprattutto fra i vip. Da Hollywood a Milano, Cameron Diaz, Jessica Alba, Jessica Biel, e poi ancora Elisabetta Canalis, Paola Barale e Belén Rodriguez, non riescono a rinunciare a correre, appendersi, saltare e strisciare, attività all’ordine del minuto durante gli allenamenti di CrossFit.

Ma se da una parte si allunga l’elenco degli estimatori del CrossFit, dall’altra qualcuno si chiede: ma il CrossFit è pericoloso? Sul blogIl bene che mi voglio” di Eliana Liotta su IoDonna, il settimanale femminile del Corriere della Sera, la professoressa Daniela Lucini, Responsabile della Medicina dell’Esercizio e delle Patologie Funzionali in Humanitas e docente presso l’Università degli Studi di Milano, mette in guardia sulle possibili controindicazioni di una disciplina così estrema: «Il CrossFit non è alla portata di tutti, così come ogni sport a intensità elevata. Una persona sana e con un’ottima base atletica può farlo, anche se a mio parere i benefici sulla salute di allenamenti così faticosi restano da discutere. Strappi muscolari o problemi a tendini e articolazioni possono essere all’ordine del giorno».

 

Per leggere l’articolo integrale clicca qui.

 

 

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita