Stai leggendo Tutti di corsa per smaltire i cenoni

Sport

Tutti di corsa per smaltire i cenoni

14/05/2002

Con qualche chilo di troppo e i sensi di colpa per cenoni ed eccessi a tavola, tutti tirano fuori scarpe da ginnastica e tuta, affollando parchi e viali.

Ma la corsa non è solo un modo per recuperare dopo le feste, è soprattutto il metodo ideale per mantenersi in forma e perdere peso. Oltre che per tonificare i muscoli e rilassarsi. Sono sempre più numerosi gli uomini e le donne di ogni età che scelgono parchi e strade poco trafficate per fare jogging. I vantaggi sono diversi: non ci sono orari da rispettare, si sta all’aria aperta e ci si può regolare sulla base delle proprie forze.

“La corsa – precisa Stefano Aglieri, responsabile di Riabilitazione Cardiorespiratoria in Humanitas – contrariamente a quello che spesso si pensa non è uno sport solo per i giovani. Chiunque stia bene e non abbia particolari problemi di salute, può iniziare a correre, anche dopo gli ‘anta’. L’importante è farlo nel modo corretto, senza strafare”.

Come cominciare con il piede giusto?
Per prima cosa chi non si muove da tanto tempo e chi ha superato i 40-45 anni, dovrebbe sottoporsi ad un controllo dal medico di famiglia o dello sport (visita ed eventualmente elettrocardiogramma sotto sforzo) per mettere in evidenza disturbi (ad esempio al cuore o ai polmoni) che richiedono cautela nel fare attività fisica. Se tutto va bene si può cominciare a correre per brevi tratti, alternando la corsa alla passeggiata. All’inizio, ad esempio, si può correre per 2-3 minuti e poi camminare per 4-5, riprendendo a correre e poi camminando di nuovo, per un totale di 20 minuti. “L’importante”, sottolinea il dottor Aglieri, “è correre almeno 3 volte la settimana, aumentando ogni volta, anche se di poco, il tempo dedicato alla corsa. Solo così, infatti, ci si fa il fiato. E una volta che si è allenati, si può correre una mezz’ora, fino ad arrivare anche a 50-60 minuti: naturalmente fermandosi prima di avvertire il fiatone e senza mai superare le proprie forze”.

A cosa bisogna fare attenzione?
La fatica, però, non è l’unico fattore a cui prestare attenzione. Se si vuole correre senza rischi, infatti, bisogna scegliere l’abbigliamento giusto. Non si tratta di una questione di moda o di “immagine”, ma di salute, perché scarpe e indumenti adatti evitano disturbi e acciacchi, come mal di schiena, tendinite, dolori alle ginocchia o alle caviglie. “Per prima cosa attenzione alle scarpe – spiega il dottor Aglieri – in commercio ci sono tante calzature ”da ginnastica”, ma le scarpe da corsa devono essere adatte al peso, alla forma del piede, al passo della persona. Vale quindi la pena chiedere consiglio ai negozi specializzati al momento dell’acquisto.” Per quanto riguarda l’abbigliamento, in estate bastano un paio di pantaloncini e una maglietta, in tessuti che facciano traspirare e che permettano di correre liberamente, senza sfregare contro la pelle. Per le donne può essere utile acquistare anche un reggiseno da corsa, per sostenere il seno nel modo migliore. E poi attenzione a non coprirsi troppo per sudare, perché così si perdono solo liquidi e non grasso.
L’abbigliamento adatto permette di correre anche quando fa freddo o piove. Per continuare lo sport iniziato in primavera durante l’inverno, basta munirsi di tute e felpe in materiale che scalda ma che fa respirare (si trovano nei negozi specializzati). E quando piove bastano un giubbotto impermeabile, il giusto riscaldamento prima di iniziare l’allenamento e non fermarsi al freddo quando si smette, per evitare i malanni di stagione.

E’ uno sport per tutti?
E infine non lasciatevi scoraggiare dai luoghi comuni. Correre non è uno sport riservato agli atleti. “E’ vero”, dice il dottor Aglieri, “che ci sono persone che corrono meglio di altre. Ma se lo scopo è mantenersi in forma, basta muoversi, anche un po’ goffamente, per ottenere tutti i vantaggi per la salute, il benessere e la linea.”

A cura di Silvia Rosselli

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita