Stai leggendo Gonfiore addominale, sai come contrastarlo?

Alimentazione

Gonfiore addominale, sai come contrastarlo?

02/07/2018

Pancia che “tira”, specialmente dopo pranzo, sensazione di disagio, difficoltà digestive e meteorismo. Il gonfiore addominale è un disturbo molto diffuso, in particolare nelle donne. Fra le cause più difficili da combattere, lo stress e le cattive abitudini alimentari. Abbiamo chiesto alla dottoressa Beatrice Salvioli, gastroenterologa di Humanitas, come contrastarlo.

 

Un sintomo generico per tante possibili problematiche

Negli uomini il gonfiore addominale è prevalentemente dovuto a un consumo eccessivo di alcolici. Nelle donne invece le cause possono essere molteplici. Una su tutte, lo stress psicosomatico. L’accumulo di tessuto adiposo può certamente giocare un ruolo, così come gli ormoni che cambiano durante il ciclo mestruale o in menopausa. L’assunzione di farmaci antidepressivi può altresì incidere su questo sintomo estremamente generico e per questo difficile da identificare e curare.

“Se il gonfiore è localizzato alla bocca dello stomaco, possiamo ipotizzare due cause prevalenti – ha spiegato la dottoressa Salvioli -: un’infiammazione dello stomaco, come per esempio una gastrite oppure un momento di stress importante che blocca il diaframma e influisce sulla corretta respirazione con conseguente dolore e gonfiore. Se il gonfiore invece è posto sotto l’ombelico, il problema è di natura intestinale”.

Articoli correlati

 

Le cattive abitudini legate all’alimentazione

Molte persone mangiano velocemente, masticando in maniera insufficiente, e magari consumano il pranzo davanti al computer o al telefono o assumendo una postura scorretta. Per chi soffre di gonfiore addominale queste cattive abitudini legate all’alimentazione sono tutti fattori che contribuiscono ai problemi di digestione. Prima di mangiare è bene dedicare 5-10 minuti alla qualche esercizio di respirazione diaframmatica in modo da favorire il rilassamento e la preparazione dello stomaco, allentando le tensioni muscolari e facilitando la digestione. Anche la qualità dei cibi è importante. Chi soffre di gonfiore o fatica a digerire, dovrebbe preferire piatti semplici e poco conditi per evitare di appesantirsi e avere problemi di digestione. No all’insalata, che fermenta nello stomaco causando gonfiore, mentre è da preferire invece un piatto di pasta o un secondo di carne o pesce con verdura cotta di contorno. Da evitare anche la frutta a fine pasto. Meglio consumarla lontano dai pasti come spuntino. Infine, l’ideale è bere acqua naturale a temperatura ambiente: se possibile un bicchiere d’acqua ogni ora”.

Articoli che potrebbero interessarti

Non perderti i nostri consigli sulla tua salute

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita