Labbra, dalla propoli all’olio di avocado: i rimedi contro il freddo

Nonostante gli accorgimenti possibili, in inverno il viso resta la parte più esposta all’azione del freddo. Le labbra, in particolare, subiscono gli effetti dell’esposizione alle basse temperature. Come proteggerle e come prendersi cura di quegli inestetismi che possono sorgere sulle labbra? L’abbiamo chiesto alla dottoressa Alessandra Narcisi, dermatologo di Humanitas.

Pelle e freddo

Quando il termometro va giù il benessere della pelle potrebbe risentirne. Le basse temperature, con la complicità del vento, possono infatti irritare, seccare, desquamare o arrossare la pelle. Un consiglio generale è quello di mantenere la pelle idratata e di idratarsi per garantire il giusto apporto di liquidi ai tessuti cutanei.

(Per approfondire leggi qui: Pelle secca e screpolata, lo sai che l’acqua aiuta a proteggerla dal freddo?)

Il freddo è inoltre nemico della pelle soprattutto per chi presenta alcuni disturbi dermatologici e che, pertanto, deve prestare particolare attenzione al clima. Ad esempio il freddo è uno dei fattori scatenanti dell’eczema, mentre gli sbalzi di temperatura, con il passaggio da ambienti interni verso l’esterno, può provocare l’insorgenza della rosacea.

Le labbra

A maggior ragione le labbra sono il punto debole «perché la pelle che le ricopre è molto più sottile rispetto al resto del corpo e i vasi sanguigni sottostanti sono molto superficiali», aggiunge la dottoressa Narcisi. «La pelle delle labbra, inoltre, contiene un numero inferiore di melanociti che le conferisce una minore protezione dalle radiazioni ultraviolette e non contiene follicoli piliferi, ghiandole sudoripare o ghiandole sebacee con, quindi, una ridotta produzione del famoso film idrolipidico che protegge la pelle del corpo dagli insulti esterni».

Sebbene molti siano spinti a farlo, umettarsi di continuo le labbra con la lingua non è una buona abitudine: «La saliva aumenta la secchezza delle labbra favorendo l’insorgenza di screpolature e taglietti. Accanto a questi fattori – sottolinea la specialista – ce ne sono altri che favoriscono la secchezza delle labbra durante la stagione invernale, come una scarsa idratazione, un utilizzo di cosmetici aggressivi e il fumo».

Creme e oli

Cosa si può utilizzare invece per difendere le labbra dal freddo? «Un utilizzo costante di creme idratanti o sostanze a base oleosa sono indubbiamente utili per proteggere le labbra dagli agenti esterni. Tra le numerose sostanze utilizzabili, anche a base naturale, possiamo ricordare il burro di karité e gli oli vegetali, come l’olio di avocado, di argan, di germe di grano, di borragine, di mandorle dolci o di oliva».

E se invece le labbra si sono già screpolate cosa si può fare? «Oltre alle sostanze idratanti e riparatrici della barriera, è bene utilizzare anche sostanze emollienti e cicatrizzanti per accelerare la chiusura delle spaccature, come ad esempio l’iperico, la propoli, l’olio di Tea Tree o la calendula».

(Per approfondire leggi qui: Lo sai che le terme in inverno rigenerano l’organismo?)

Un ultimo consiglio per evitare complicazioni è rivolto a chi fosse tentato di eliminare gli strati di pelle che si saranno sollevati: «Meglio non farlo. A causa dei piccoli taglietti che si formano sulla superficie e ai lati della bocca si può andare incontro a infezioni batteriche, virali o fungine».