“Spuntino con…”, il prof. Lania e Marco Bianchi insieme per parlare di dieta, ormoni e tiroide

Ormoni, tiroide e alimentazione. Saranno questi i temi al centro del nuovo appuntamento di “Spuntino con…” con Marco Bianchi, chef della salute e divulgatore scientifico di Fondazione Umberto Veronesi, e il professor Andrea Lania, docente di Endocrinologia presso Humanitas University e responsabile dell’Unità Operativa di Endocrinologia dell’ospedale Humanitas. La conversazione sarà trasmessa, come di consueto, sulla pagina Facebook di Marco Bianchi il prossimo giovedì 23 febbraio alle 10.30.

Tra le ghiandole del sistema endocrino che vivono un rapporto molto stretto con l’alimentazione c’è la tiroide. Gli ormoni che produce sono coinvolti in tanti processi metabolici, dalla regolazione della temperatura al consumo di ossigeno al metabolismo di carboidrati e colesterolo, e per la loro sintesi è fondamentale l’apporto di iodio, un micronutriente presente non solo nel sale iodato ma in tanti altri alimenti.

(Per approfondire leggi qui: Iodio, perché è più importante in gravidanza)

«Lo iodio rappresenta il principale costituente degli ormoni prodotti dalla tiroide. Alimenti come branzino, merluzzo, crostacei, uova e mirtilli rossi contengono buone quantità di iodio ma non si può prescindere dal sale iodato per un corretto apporto iodico giornaliero», sottolinea il professore.

Dopo la diretta FB la ricetta di Marco Bianchi

Tra gli altri minerali importanti per il buon funzionamento del sistema ormonale ci sono anche il selenio «perché attiva gli enzimi che portano alla sintesi degli ormoni tiroidei», aggiunge lo specialista.

(Per approfondire leggi qui: 6 mosse per una tiroide in salute)

Marco Bianchi rivolgerà al professor Lania le domande degli utenti del social network che seguiranno in tempo reale “Spuntino con…” e quelle che i lettori di Humanitas Salute avranno inviato all’indirizzo di posta elettronica redazione@humanitasalute.it. E alla fine della diretta Facebook, sempre su Humanitas Salute, sarà online la ricetta ideata da Marco Bianchi associata ai temi trattati con il professore.