Spot svedese antitabacco: quando fumi il cartellone tossisce

Sei per strada, fumi e senti tossire: a farlo è un cartellone pubblicitario. Strano, ma vero. Succede in Svezia dove una farmacia ha lanciato una nuova campagna antitabacco. In una piazza di Stoccolma è stato installato un cartellone di ultima generazione dotato di sensori antifumo. Lo schermo digitale “annusa” il fumo quando qualcuno passa di là con una sigaretta accesa e si anima: l’attore testimonial dello spot comincia a tossire davvero.

Il video condiviso dalla farmacia Apotek Hjartat sul suo profilo Facebook è stato visualizzato oltre 350mila volte.

“Anno nuovo, decisioni nuove”, recita la campagna invitando i fumatori a uscire da questa dipendenza e regalarsi un 2017 più salutare. “La nostra missione è di aiutarvi a vivere una vita più lunga e sana”, ripete l’uomo del cartellone antifumo.

(Per aprofondire leggi qui: Le campagne shock contro il fumo funzionano?)

Il fumo di sigaretta resta una delle principali cause di morte per patologie non trasmissibili a livello mondiale, dal cancro alle malattie cardiovascolari. Ieri è arrivato l’ultimo monito dell’Oms, l’Organizzazione mondiale della Sanità, nel rapporto sull’economia del tabacco realizzato con il National Cancer Institute americano.

Oggi il fumo causa circa 6 milioni di decessi soprattutto nei Paesi in via di sviluppo. Di questi 600mila decessi sono il risultato dell’esposizione di non fumatori al fumo passivo. Con efficaci politiche di controllo, come le tasse sul tabacco e l’aumento del prezzo delle sigarette, il numero di morti causati dal fumo può diminuire sensibilmente, conclude l’Oms.

«Ogni campagna antifumo dev’essere incentivata, specialmente se utilizza una strategia che non lede il diritto di ognuno a scegliere consapevolmente», è il commento della dottoressa Licia Siracusano, referente del Centro antifumo di Humanitas. «La cosa che distingue una campagna dalla altra è la durata nel tempo: un messaggio continuativo è l’unico che fa percepire l’impegno dello stato, oltre al suo interesse nel ridurre la spesa sanitaria. Quando manca questa sensazione, ogni sforzo è destinato a fallire», conclude la specialista.

Guarda lo spot antifumo 

 

* Immagine tratta dal video dello spot