Artrosi e artrite, quali consigli per l’alimentazione? Guarda il video

L’artrite e l’artrosi sono fra le malattie reumatiche più diffuse: che contributo può arrivare dalla dieta? Risponde il professor Carlo Selmi, responsabile di Reumatologia e Immunologia clinica dell’ospedale Humanitas e docente all’Università degli Studi di Milano.

«Il primo consiglio da dare alle persone colpite da artrosi – una condizione caratterizzata dalla presenza di articolazioni danneggiate – è quello di mantenere un peso corporeo nella norma, anche grazie all’attività fisica a basso impatto. Alcuni dati sembrano suggerire un effetto protettivo sulle cartilagini a livello delle articolazioni delle crucifere come cavoli e broccoli».

(Per approfondire leggi qui: Torta salata con verza, broccoli e cavolo nero: lo spuntino è “antinfiammatorio”)

Omega-3, flora intestinale e articolazioni

Per l’artrite, una condizione che si presenta con uno stato infiammatorio che precede il danno articolare, il consiglio va invece nella direzione opposta: «Ci sono dei cibi che sembrano favorire questa infiammazione, dalle carni rosse ai cibi ricchi di grassi. Il digiuno, invece, pare avere un effetto antinfiammatorio. In ogni caso si tratta sempre di consigli per un corretto stile di vita che non saranno sufficienti per la corretta gestione delle patologie nella quale i farmaci saranno necessari».

Dalla ricerca potrebbero arrivare nei prossimi anni importanti evidenze, «in particolare dagli studi sulla flora batterica. La dieta, ad esempio i cibi con un significativo apporto di omega-3, cambiano la composizione della flora e questo ha un impatto al di fuori dell’intestino, anche a livello articolare», conclude lo specialista.

(Per approfondire leggi qui: Cosa lega alimentazione, microbioma intestinale e sistema immunitario?)

Il professor Selmi ha partecipato al terzo appuntamento di “Spuntino con…” in compagnia di Marco Bianchi, chef della salute e divulgatore scientifico di Fondazione Umberto Veronesi. Clicca qui per rivedere il video della diretta Facebook trasmessa sul profilo ufficiale di Marco Bianchi.

 

Guarda l’intervista al professor Selmi