Melasma, come comportarsi in estate?

Quello tra melasma e sole è un rapporto molto stretto. Il melasma è un disturbo estetico della pelle piuttosto comune che interessa quasi esclusivamente le donne e si caratterizza per la comparsa sul viso di macchie di colore scuro, sulle tonalità del marrone. Le macchie sono il risultato di una sovrapproduzione di melanina. Come devono comportarsi in estate le donne che presentano questo inestetismo? Ne parliamo con la dottoressa Alessandra Narcisi, dermatologo di Humanitas.

Melasma, estate e inverno

Le macchie tendono a comparire prevalentemente su guance, labbro superiore, naso, fronte. Il perché compaiano non è chiaro, probabilmente per cause ormonali e questo spiegherebbe anche la frequenza del melasma nelle donne in dolce attesa. Questo disturbo è infatti noto anche come “maschera della gravidanza”. Altri fattori giocano inoltre un ruolo importante, tra i quali: la predisposizione genetica, lo stress e l’utilizzo di creme profumate, o di farmaci fotosensibilizzanti o della pillola anticoncezionale.

Queste macchie sono dovute alla eccessiva produzione della melanina, il pigmento che, oltre a dare il colorito tipico dell’abbronzatura, protegge la pelle dai raggi ultravioletti del sole. Ecco perché con lo stimolo dato alla pelle dai raggi solari le macchie si scuriscono. Con le stagioni, infatti, la gradazione delle macchie varia: in inverno, quando il sole è meno luminoso, queste si confondono con il resto della pelle mentre già dalla primavera, e poi in estate, il contrasto è più lampante.

(Per approfondire leggi qui: Sole e pelle, i consigli da seguire per proteggersi al meglio)

Prendere il sole non è precluso e come per tutti, anche per le donne con il melasma è fondamentale la protezione: «Bisogna proteggere la pelle con creme solari con fattore di protezione elevato (fattore 50 o più), non profumate; non devono esporsi durante le ore più calde o, se proprio non si può evitare, bisogna utilizzare altri presidi di protezione come precauzione quali occhiali e cappelli».

Leggere bene l’etichetta dei prodotti

Attenzione però perché alcuni prodotti, incluse delle creme solari, possono far peggiorare il melasma: «Se sono profumate o contengono sostanze fotosensibilizzanti. Per evitare questo bisogna leggere l’elenco delle sostanze contenute nel prodotto specifico, o meglio affidarsi alla prescrizione del dermatologo», raccomanda la specialista.

Dopo l’esposizione al sole, invece, cosa si può fare? «Durante l’inverno si possono effettuare trattamenti appositi per schiarire le macchie, di natura casalinga come micropeeling e creme schiarenti, oppure trattamenti dermo-cosmetici mirati presso centri dermatologici, quali peeling più profondi, o laser», conclude la dottoressa Narcisi.

(Per approfondire leggi qui: “L’avocado aiuta a proteggere la pelle dai danni del sole”, vero o falso?)