ClioMakeUp: un “diario” per non buttare via i trucchi

CLIO-DEF

Mascara messi solo un paio di volte e poi lasciati nel cassetto? Creme nascoste e recuperate dopo tanto tempo? A volte capita di viaggiare nella memoria per ricordarsi quando si è comprato un prodotto di cosmetica e poi buttarlo perché – chissà? – i sei mesi di durata saranno già passati. Clio Zammatteo, l’amica delle donne italiane alla ricerca del trucco perfetto e “mamma” di ClioMakeUp, ci dà questo consiglio: aprire un diario.

«A chi compra diversi trucchi – non troppi, altrimenti l’idea è poco praticabile – consiglio di tenere una sorta di diario su cui segnare gli acquisti ma soprattutto il giorno in cui i prodotti sono stati aperti per la prima volta. Un mascara, fino al momento in cui non viene aperto, non andrà a scadere; ma se lo apro solo per controllare lo scovolino o guardarne il colore, allora nell’arco di 3-4 mesi andrà incontro a scadenza».

«Tenere un diario – consiglia Clio alle lettrici di Humanitas Salute – servirà per evitare di avere un prodotto dopo 6 anni senza ricordarsi di quando è stato comprato. Prima di applicare un prodotto del quale non siamo sicuri della data di acquisto, è bene annusarlo e guardarlo. Se vediamo un gloss con degli strati azzurri o con degli staccamenti di prodotto o una crema dall’odore rancido, non usiamoli. Se capita di applicarli e ci provocano irritazione, buttiamoli immediatamente».

Attente alle scadenze dei trucchi per evitare irritazioni o addirittura allergie

«Le creme sono i prodotti che prima di tutti vanno incontro a scadenza, quindi cambiamole il più spesso possibile. Il rischio è di irritare la pelle, di favorire l’insorgenza di brufoli o, nel caso di mascara e matite “infettate”, di provocare infezioni agli occhi».

«Il cosmetico, che talvolta è un vero e proprio parafarmaco, deve essere utilizzato correttamente. Quindi è fondamentale controllarne la scadenza e, se indicate, le corrette modalità di conservazione», ricorda il professor Antonio Costanzo, direttore dell’unità di Dermatologia dell’ospedale Humanitas e docente di Humanitas University.

«Sarebbe buona norma comprare pochi prodotti e terminarli evitando di incorrere nel rischio di dimenticare la scadenza o di conservarli in maniera sbagliata, incorrendo talvolta in gravi rischi per la salute di tipo infettivo prevalentemente, ma anche di sensibilizzazione irritativa o addirittura allergica. Altrimenti tenere un diario potrebbe essere di aiuto».

Guarda l’intervista a ClioMakeUp:

Trucchi e salute, per approfondire leggi qui:

Contro il caldo trucco al fresco: i consigli di ClioMakeUp

Trucco al mare: i consigli di ClioMakeUp

Un po’ di trucco per sentirsi meglio: ClioMakeUp per le donne colpite da tumore

Solo trucchi specifici per chi ha allergie. La parola a ClioMakeUp